«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

giovedì 26 febbraio 2015

Milano. L’arte senza barriere sensoriali e architettoniche grazie alla stampa 3D

Dare la possibilità anche a ciechi e ipovedenti di “viaggiare” e avere un collegamento più diretto con la realtà, di toccare con mano il Colosseo o la skyline di New York, di avere tra le proprie dita la facciata di una piramide o un capitello barocco e, al tempo stesso, rivivere sapori, odori, suoni del passato, associati a quel monumento o territorio.
L’immaginazione prende forma e diventa tangibile creando emozioni. Tramite le nuove tecnologie di modellazione e stampa 3D, infatti, vengono realizzati monumenti e opere artistiche accessibili a tutti, che grazie anche ad un percorso multisensoriale avranno la possibilità di entrare nel vivo dell’opera d’arte. Esempi concreti di come potranno evolversi i musei del futuro che diventeranno anche tattili e sensoriali, andando ad eliminare le barriere oggi esistenti. Il progetto, ideato da Città tra le mani, con il supporto di Fablab Lecce, verrà esposto dal 5 al 7 marzo 2015 in fieramilanocity nel corso di 3DPrint Hub, l’evento organizzato da Senaf che nasce per mostrare e far conoscere le potenzialità della stampa 3D.
Di seguito il link per scaricare il video di presentazione: http://bit.ly/1Fw6rh3

Nessun commento: