«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

giovedì 12 febbraio 2015

Roma. Il corpo aumentato, l'evoluzione culturale e antropologica del performing media

Whorkshops "Il corpo aumentato, l'evoluzione culturale e antropologica del performing media", di Carlo Infante, a cura di Urban Experience, la piattaforma di performing media tra web e territorio.
Interrogarsi sull’evoluzione delle arti coincide con le dinamiche evolutive che hanno scandito le mutazioni del rapporto tra noi, i nostri corpi, e il mondo esterno. Ancor più oggi, in un tempo in cui quello spazio è sempre più caratterizzato dalle reti. E’ per questo che l’origine dell’arte è inscritta nel concetto di “techne”, intesa come estensione fisica e cognitiva dell’uomo verso il mondo. Opportunità che “aumenta” le potenzialità del corpo, per rendere più performante il più naturale dei media. Le protesi attraverso cui operiamo sono sia gli arnesi sia le parole, entrambe tecnologie che ci estendono nello spazio esterno al corpo, così come gli occhiali o un mouse, un libro o un social network. E' ciò che definiamo cultura, è quel processo evolutivo che trasforma una tecnologia in linguaggio. E' quella mutazione avviata nel mondo della performance e che oggi s'invera nel performing media.
Domenica 22 febbraio
ore 20.00
Lanificio
Via di Pietralata 159
“HI>DANCE 1.0, Dance & Technology“

Nessun commento: