«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

lunedì 21 settembre 2015

Tutti dentro la black box: lezioni al buio per gli alunni delle scuole romane

Iniziativa dell’Istituto per ciechi Sant’Alessio: da novembre i bambini di elementari e medie saranno guidati da persone non vedenti per imparare che “la vista può essere tiranna” e come “recuperare gli altri 4 sensi”. Progetto finanziato dall’Asilo Savoia
“Il buio che insegna”, a piccoli e grandi, che “la vista è tiranna e rischiamo che gli altri sensi si atrofizzino”. Così Amedeo Piva, presidente del Centro Regionale S. Alessio - Margherita di Savoia per i Ciechi, illustra il senso e lo scopo del progetto che presto coinvolgerà un gran numero di scuole elementari e medie di Roma e provincia.
Un'esperienza al buio, appunto, che i bambini e i ragazzi vivranno all'interno della “black box” allestita all'interno della sede del centro: “un'esperienza sopratutto di gioco – precisa Piva, raccontandoci il progetto – perché il buio non deve spaventarli, deve diventare gradualmente familiare”. Il progetto, finanziato dall'Opera pia Asilo Savoia di Roma, prenderà il via i primi di novembre, a partire dalle scuole in cui ci siano, seduti ai banchi, bambini ciechi. “Poi pensiamo di estenderlo anche alle scuole superiori – continua Piva – e soprattutto vorremmo coinvolgere, oltre agli studenti, anche il personale docente e amministrativo, che pure è importante che comprenda la realtà della cecità e approfitti di questo progetto per sviluppare un'attenzione che non faccia atrofizzare gli altri quattro sensi”.
- continua la lettura su http://www.redattoresociale.it/

Nessun commento: