«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

giovedì 7 aprile 2016

Facebook: Le nostre foto saranno "lette" ai non vedenti

Il colosso californiano lancia un servizio di lettura delle foto per gli utenti non vedenti. I computer interpreteranno le immagini e creeranno didascalie che gli screen reader leggeranno ai surfer con disabilità.
I social stanno diventando strumenti di comunicazione sempre più visuale. Foto, video e disegni tappezzano le bacheche di ciascuno di noi, anche perché un post con immagine ha il 100% di possibilità in più di essere letto e visto. Ogni giorno, per esempio, vengono caricate oltre 2 miliardi di foto su Facebook. Una transizione che mortifica, e rende ancora più frustrante, la navigazione per le persone con disabilità visive. Il mondo virtuale che aveva permesso una maggiore socialità a chi non vede, torna lentamente a essere “escludente”?
Da qualche tempo il Facebook’s Accessibility Team è al lavoro per mettere a punto un servizio, da prima disponibile in inglese e poi man mano nelle edizioni locali, che sfrutta l’intelligenza artificiale dei computer per decodificare e “tradurre” le immagini in stringhe testo. Questa transcodificazione consente agli screen reader, i software utilizzati dai ciechi per accedere ai contenuti online (questi applicativi sono in grado di ripetere solo i testi) di “leggere” le immagini e le descrizioni e quindi di far comprendere a un non vedente il contenuto di ciascuna foto.
- continua la lettura su Press-In anno VIII / n. 842 - IoDonna.it del 06-04-2016

Nessun commento: