«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

domenica 10 luglio 2016

Matilde ci porta nel magico mondo dell’inclusione: la scuola con gli occhi di una bambina sorda



Chi sa raccontare storie sa come basti poco tempo per lasciare agli spettatori la possibilità di pensare e di sorridere. Matilde, di cui il cortometraggio prende il titolo, è la storia di una bambina sorda e della sua originale determinazione nel far valere il proprio diritto allo studio.
Il film breve racconta delle sue difficoltà e di come lei vada a caccia di soluzioni in una scuola che le impedisce, non consapevolmente, di seguire le lezioni. Una scuola pensata forse per nessuno, spesso passiva e sorda nei confronti delle diversità, con parecchi rumori fastidiosi e un maestro con dei baffi troppo lunghi.
Grazie alla sua brillante creatività, Matilde trova delle soluzioni alternative valide per risolvere le sue difficoltà. É un esempio forte e vincente che testimonia, con il cortometraggio, come basta veramente un po’ di fantasia e ingegno per mettersi in condizione di parità con la classe e seguire al meglio le lezioni a scuola.
- continua la lettura su https://annalisafalcone.me/

Nessun commento: