«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

sabato 6 agosto 2016

Quando le tecnologia esclude

Tra i bocciati al “concorsone” c’è Gennaro Iorio, 35 anni, due lauree, che però è cieco. E nessuno al Miur si è preso la briga di garantire parità di condizioni ai non vedenti, violando così una sfilza di norme in materia e l’art. 3 della stessa Costituzione, quello che definisce compito essenziale della Repubblica “rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.
Il Fatto Quotidiano denuncia quanto è appunto accaduto a Bologna al prof cieco, insegnante di Filosofia e Storia in un istituto tecnico commerciale di Imola. E’ stato ricercatore per cinque anni e dopo una laurea in Storia e Filosofia e in Antropologia ed epistemiologia delle religioni. Insomma, ha le carte in regola per candidarsi alle prove del 16 e 18 maggio. E’ anche vicepresidente dell’Unione italiana Ciechi di Bologna, sezione provinciale.
- continua la lettura su http://www.tecnicadellascuola.it/

Nessun commento: