«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

venerdì 14 ottobre 2016

Firenze. Sentirsi a scuola. Il diritto alla qualità acustica delle strutture scolastiche

La qualità acustica delle scuole e le conseguenti condizioni di benessere per insegnanti e studenti sono tra gli aspetti forse più trascurati nella progettazione, realizzazione e ristrutturazione delle scuole. Eppure, il comfort acustico soprattutto delle aule scolastiche dipende da una serie di fattori fisici ben definiti tra i quali: il tempo di riverberazione ambientale, la distanza alunno-insegnante e il rumore di fondo esistente nell’aula.
L’eccesso di rumore può provocare varie problematiche: disturbo e affaticamento ma anche stress e una riduzione delle prestazioni scolastiche degli alunni. La perturbazione dell’intelligibilità del parlato – fenomeno associato per eccellenza al rumore – ha gravi ripercussioni sul percorso di apprendimento degli allievi ed inoltre il rumore acuisce la disattenzione e la stanchezza, diminuisce la capacità di concentrazione, la memorizzazione e le capacità di lettura e di calcolo. Questi problemi, ledono maggiormente gli alunni con disabilità uditiva ma interessano anche gli studenti non di madre lingua o con disturbi di attenzione e di linguaggio
Vi aspettiamo quindi venerdì 11 novembre dalle ore 15:30 alle 18:30 a Firenze in sala “Ketty La Rocca”, Piazza delle Murate per il convegno «Sentirsi a scuola. Il diritto alla qualità acustica delle strutture scolastiche»
Per l’iscrizione al convegno la invitiamo a compilare il modulo scaricabile dal sito stesso oppure raggiungibile dal seguente link http://ioparlo.org/index.php/component/formmaker/?view=formmaker&id=12&Itemid=354
- continua la lettura su http://www.sordionline.com/

Nessun commento: