«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

venerdì 18 novembre 2016

Ma… ascoltare libri è un modo per ‘barare’?

Anche negli Stati Uniti si discute se ascoltare un libro sia la stessa cosa che leggerlo oppure un modo per ‘barare’ (cheating come dicono loro), nel senso di affermare di aver letto un libro e invece si è ’solo’ ascoltato, letto ad alta voce da altri.
La questione è intrigante, come si può capire, per le case editrici che producono audiolibri, ma soprattutto per gli ascoltatori, in primis per coloro che utilizzano l’ascolto perché non possono proprio leggere con gli occhi.
Daniel Willingham è un professore di Psicologia Cognitiva all’Università della Virginia (USA) e studia il funzionamento del cervello in rapporto all’apprendimento e alla memoria; nel suo interessantissimo blog ha introdotto recentemente la questione (peraltro sempre dibattuta anche in Italia) se ‘ascoltare’ un libro (invece che leggerlo) sia come ‘barare’ (cheating), o meglio, egli formula la domanda in questi termini:
- continua la lettura su http://ilnarratoreblog.com/

Nessun commento: