«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

giovedì 8 dicembre 2016

Cittadini Attivi: il digitale è progresso, ma si deve uscire dal gap generazionale

Il gap digitale persiste nella cittadinanza più restia al cambiamento, per ridurre le differenze tra fasce di popolazione serve un intervento deciso e al tempo stesso “educativo” dello Stato.
La notizia, ad una prima lettura, fa sorridere. Arriva al mattino con WhatsApp, in una chat creata solo per scambiarsi futili notizie o immagini divertenti tra colleghi. Questa volta è ripresa da un quotidiano locale e riporta quanto accaduto in una cittadina della provincia di Latina, Terracina.
Sembra che in un Ufficio Postale del comune pontino i servizi digitali di Poste non siano ancora così utilizzati da tutti, in particolare da alcuni utenti – che potremmo definire no-smart – ribellatisi all’ennesima provocazione digitale messa in atto da altri utenti – che potremmo definire smart – i quali, pare, si siano presentati più volte all’ultimo momento allo sportello vantando il loro diritto alla precedenza nella fila, perché già in possesso della prenotazione effettuata tramite una app creata da Poste.
- continua la lettura su https://www.key4biz.it/

Nessun commento: