«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

martedì 14 marzo 2017

Pubblicazione della delibera AGCOM in materia di internet e telefonia per le persone cieche civili e sorde

(Comunicato UICI) Informo che l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha approvato le nuove misure agevolative in materia di telecomunicazioni, che ora interessano, oltre agli abbonati ciechi totali già titolari del diritto, anche gli abbonati ciechi parziali, finora esclusi da condizioni economiche di maggior favore per i servizi di comunicazione da postazione fissa e mobile.
Il riferimento è alla delibera AGCOM n. 46/17/CONS del 26 gennaio 2017.
Ci riteniamo soddisfatti per il fatto che, come ha precisato la stessa AGCOM in delibera, sono state accolte le specifiche esigenze dei nostri utenti, anche a seguito di audizioni con le principali associazioni rappresentative della categoria, cui ha partecipato in prima linea l’Unione che ha sollecitato un aggiornamento delle attuali misure non più adatte a soddisfare le esigenze comunicative di coloro che hanno problemi di vista, estendendo, altresì, la titolarità di tale diritto alla categoria dei ciechi parziali, a somiglianza di quanto previsto per i ciechi totali (legge n. 138/2001, artt. 2 e 3).
Vediamo nel dettaglio quali sono le novità deliberate:
- per i servizi voce e dati da postazione fissa (art. 4): tutti gli operatori offriranno uno sconto del 50 per cento del canone mensile sulle offerte flat e semiflat voce e internet (a prescindere dalla tecnologia e dalla velocità di connessione prescelte dal richiedente), ovvero 180 (centottanta) ore gratuite di navigazione per le offerte a consumo (prevedendo, in quest’ultimo caso, l’inizio della tariffazione al superamento delle ore gratuite);
- per i servizi voce e dati da postazione mobile (art. 5): tutti gli operatori mobili offriranno uno sconto del 50 per cento sull’offerta che comprenda almeno 2000 (duemila) minuti di traffico voce gratuiti ed un volume di traffico dati di almeno 10 (dieci) Giga byte.
Va tenuto presente che:
1. nella categoria dei ciechi civili, rientrano coloro che percepiscono provvidenze economiche dall’INPS (ossia i ciechi totali ed i ciechi parziali, titolari di pensione e di indennità, rispettivamente, di accompagnamento e speciale);
2. per i soli ciechi parziali, si applicherà alternativamente, a scelta dell’utente, l’agevolazione da postazione fissa ovvero quella da mobile (art. 2 comma 3);
3. la domanda di agevolazione potrà essere presentata dall’abbonato cieco civile o dall’abbonato convivente con il soggetto cieco civile;
4. la domanda dovrà essere redatta su modulistica che l’operatore telefonico di riferimento avrà cura di mettere a disposizione sul proprio sito web, all’interno di una pagina che dovrà essere denominata “Agevolazioni per non vedenti e non udenti”, accessibile tramite un link dall’home page del sito ed interamente dedicata alle informazioni utili agli abbonati ciechi totali e parziali (ciò perché è stato dato seguito alle segnalazioni giunte dalle associazioni rappresentative di categoria, secondo cui, in passato, molti utenti ciechi totali avevano avuto non poche difficoltà ad accedere alle informazioni relative alle misure specifiche in termini di accessibilità e chiarezza espositiva dei contenuti pubblicati sui siti istituzionali degli operatori di telefonia).
Alla domanda dovrà essere allegato il verbale di riconoscimento della cecità civile e, nel caso in cui la domanda venga presentata da un familiare convivente con il soggetto cieco civile avente diritto, dovrà essere allegata anche la certificazione relativa alla composizione del nucleo familiare;
Nota Bene: la delibera, all’art. 8, prevede che entro 120 giorni (centoventi) giorni dalla sua entrata in vigore (quindi entro fine giugno) gli operatori saranno tenuti ad aggiornare i propri siti web secondo le indicazioni dell’AGCOM;
5. l’agevolazione avrà effetto dal giorno di presentazione della domanda, completa di tutta la documentazione necessaria a pena di invalidità della domanda, e verrà attivata su un solo numero telefonico mobile e fisso;
6. gli utenti ciechi civili saranno tenuti al pagamento del canone di abbonamento al servizio telefonico, a meno che non rientrino nelle più basse condizioni reddituali per l’esonero, laddove previste dall’operatore di riferimento;
7. la richiesta di cambio di piano tariffario sarà eseguita dall’operatore senza alcun costo aggiuntivo per l’utente cieco civile, salvi i casi di reiterate ed immotivate richieste di cambio profilo;
8. la presente delibera n. 46/17/CONS, abroga e sostituisce le precedenti delibere n. 514/07/CONS e n. 202/08/CONS.
Troverete, in allegato, il testo integrale della delibera.
Come potete immaginare, si tratta di un aggiornamento importante, fortemente voluto dall’Unione, tenuto conto dei tempi rapidissimi con cui si evolvono le tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Ci riteniamo, altresì, soddisfatti dell’attenzione che l’AGCOM ha accordato alle nostre richieste in merito a una maggiore accessibilità e reperibilità delle informazioni per gli utenti ciechi totali e parziali sui siti web delle compagnie telefoniche.
Data l’importanza delle disposizioni qui riassunte, vi prego di assicurare la piena conoscenza del presente comunicato da parte di tutti i potenziali beneficiari ciechi totali e parziali.
Cordiali saluti.
Mario Barbuto
Presidente Nazionale
D'ordine del Presidente Nazionale Mario Barbuto
Salvatore Romano
Direttore Generale
COMUNICATO N. 38
Questo comunicato è presente in forma digitale sul Sito Internet: http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Nessun commento: