«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

domenica 8 novembre 2015

Genova. Un tablet "tattile" per aiutare i bimbi non vedenti

Un tablet per aiutare i bimbi non vedenti a "capire la geometria con le mappe tattili". Dal braccialetto sonoro al “blindpad”, un tablet dedicato ai più piccoli, fino alla retina artificiale biocompatibile. Sono queste le nuove frontiere della ricerca per trovare soluzioni innovative per la riabilitazione visiva.
Il tema è stato al centro della ventesima edizione dell’appuntamento scientifico annuale “Occhio della Mente Eye-Tech: ricerca e tecnologia al servizio della riabilitazione visiva”. Progetti di ricerca scientifica e tecnologica condotti in partnership da Istituto David Chiossone e IIT – Istituto Italiano di Tecnologia, che possono migliorare qualità della vita e autonomia dei disabili impensabili fino a qualche anno fa.
Tra questi il Blindpad, un nuovo dispositivo per la percezione di contenuti grafici attraverso il tatto. A spiegare questa nuova tecnologia Luca Brayda, team leader del dipartimento di Robotic And Cognitive Sciences, dell’Iit.
(fonte: Press-In anno VII / n. 2541 - ivg.it del 07-11-2015)

Nessun commento: