«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

venerdì 23 giugno 2017

Ausili accessibili e low cost: il sogno di Simone

Simone Soria, ingegnere informatico, ha inventato "Facemouse" per permettere di usare il computer anche a chi ha una disabilità grave. E ora l’obiettivo è creare un comunicatore portatile
- continua su http://www.redattoresociale.it/

Roma. MoodleMoot Italia 2017

Il MoodleMoot Italia torna ad essere un evento autonomo dove condividere le esperienze, discutere delle nuove tendenze, parlare dei problemi tecnici o avviare collaborazioni, stimolando così la crescita della comunità dei Moodler italiani.
Nelle tre giornate si discuterà su come usare Moodle per supportare efficacemente le nuove tendenze nel campo dell'istruzione e della formazione.
Roma 28-30 settembre 2017 - Sapienza Università di Roma
INFO: http://www.aium.it/course/view.php?id=170

Il giorno speciale di Yxxy, quando la normalità è fatta di tante diversità

Pubblicato sia in versione alfabetica che come Inbook (con testo espresso in simboli), dalla casa editrice Storie Cucite, e frutto del lungo lavoro di un gruppo di esperti, coordinati da Maria Martometti della Biblioteca oltre l’Handicap dell’AIAS di Bolzano, il libro illustrato “Yxxy.
Un giorno speciale”, in cui si parla delle avventure e delle emozioni vissute in occasione del primo giorno alla scuola dell’infanzia da Alexander (detto appunto Yxxy), bimbo con disabilità, «racconta in modo chiaro - com’è stato detto - un mondo in cui la normalità è costituita da tante diversità»
- continua su http://www.superando.it/

Viterbo. Presentato il nuovo Centro di riferimento per l’autismo

Alla Cittadella della salute di Viterbo, si è tenuto un incontro di presentazione del nuovo Centro di riferimento per i disturbi dello spettro autistico, che entrerà in funzione da lunedì mattina, e del Centro di riferimento per le Paralisi cerebrali infantili (Pci) della Asl di Viterbo.
I servizi sono stati illustrati alle associazioni dei tavoli di volontariato Disabilità, Materno infantile e Malattie Rare dal direttore generale, Daniela Donetti, dal direttore dell’unità operativa Tsrmee (Tutela della salute mentale e riabilitazione dell’età evolutiva), Marco Marcelli, dal direttore dell’unità operativa di Psicologia, Sergio Cavasino e dal direttore dell’unità operativa di Pediatria, Massimo Palumbo, alla presenza del Garante dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Lazio, Jacopo Marzetti.
- continua su http://www.tusciaweb.eu/
(fonte: Press-In anno IX / n. 1663 - Tusciaweb del 22-06-2017)

Quali libri far leggere d'estate ai ragazzi con disabilita'

Audiolibri, libri ad alta leggibilità, libri che usano il linguaggio visivo: sono tanti oggi i formati a supporto dei ragazzi con disabilità.
Le vacanze estive sono ormai iniziate per molti alunni e studenti e tanti docenti hanno consigliato di dedicare in questo periodo un po’ di tempo alla lettura, suggerendo spesso anche dei testi. La tecnologia, oggi, fornisce strumenti inclusivi e diverse possibilità ai ragazzi che hanno delle difficoltà, i quali possono accedere a testi in formati eterogenei e facilitanti.
- continua su https://www.disabili.com/
(fonte: Press-In anno IX / n. 1660 - Disabili.com del 22-06-2017)

SoundSplash, il dispositivo per fare fitness in acqua che aiuta anche chi ha problemi di udito

SoundSplash nasce da un’idea e da un’esigenza di Marco Tramutola, un ragazzo audioleso innamorato della musica. Il sistema wireless permette di ascoltare voci e suoni mentre si fa attività fisica in piscina, con cuffie auricolari.
Se si è nati e cresciuti ascoltando musica e se questa passione diventa un mestiere, diventa difficile rinunciarci. Quando Marco Tramutola, un ragazzo di Potenza, ha iniziato a perdere l’udito per un problema congenito, ha dovuto ricorrere a delle protesi che, però, non erano sufficienti per ascoltare la musica, perché non riuscivano a riprodurre i suoni come gli altoparlanti. Allora, pur di non rinunciare alla sua passione, si è messo a cercare la soluzione per creare un mini-amplificatore «con una potenza simile a quella di un impianto audio montato su un auto» che potesse consentirgli non solo di ascoltare la musica, ma anche di continuare a lavorare come organizzatore di feste ed eventi.
- continua su http://thenexttech.startupitalia.eu/
(fonte: Press-In anno IX / n. 1654 - StartupItalia! del 22-06-2017)

Microsoft presenta Dictate



La suite Office di Microsoft diventa più versatile e "intelligente" grazie a un plugin di dettatura automatica. Si tratta di Dictate, progetto sviluppato dal giovane team di Microsoft Garage.
Dictate, scaricabile gratuitamente per Office dalla versione 2013, è un software che come suggerisce il nome è in grado di migliorare l'esperienza di dettatura vocale da sfruttare per elaborazione testuale (Word) e non solo (sono supportati anche Outlook e PowerPoint). Supporta più di 20 lingue diverse, con la capacità di tradurne in tempo reale 60. Il cuore del sistema è rappresentato dal riconoscimento vocale già impiegato in Cortana (e le cui implementazioni e integrazioni erano già state anticipate durante il Build 2017) e l'intelligenza artificiale di Microsoft Cognitive Services che trova il suo punto focale sulla capacità di abilitare un tipo di interazione quanto più naturale possibile e interpretando il contesto. Si tratta di un progetto nato all'interno di una competizione in ambito accademico che ha saputo fin da subito catalizzare l'interesse di sviluppatori e utenti professionali "esplodendo" le potenzialità degli strumenti Microsoft. Al momento sono coinvolti nel progetto 1.500 dipendenti in 40 Paesi.
(fonte: http://punto-informatico.it/)

giovedì 22 giugno 2017

Global Junior Challenge 2017

Il Global Junior Challenge è un concorso internazionale che premia l’uso innovativo delle tecnologie per l'educazione e l'inclusione sociale.
Possono partecipare tutti i progetti attivi al 31 dicembre 2016, per inviare la domanda di partecipazione c'è tempo fino al 31 settembre 2017. L’evento finale si terrà a Roma dal 25 al 27 ottobre.
INFO: http://gjc.it/it
(fonte: http://www.scoop.it/u/altrascuola)

Viterbo. Il Tuscia Film Fest 2017 diventa accessibile

Grazie alla collaborazione con MovieReading il Tuscia Film Fest diventa accessibile. La maggior parte dei film in programma potrà essere seguita da non vedenti e non udenti grazie all'audio-descrizione e ai sottotitoli resi disponibili sulla piattaforma dal Gruppo Servizi Audiovisivi, di cui fanno parte Artis-Project, Universal Multimedia Access e CulturAbile, società leader in questo settore.
Il programma completo del Tuscia Film Fest sarà presentato a Viterbo venerdì 30 giugno ma sono già attive sul sito della rassegna le prevendite on line delle serate di venerdì 7 luglio (Tommaso, ospite Kim Rossi Stuart), domenica 9 luglio (7 minuti, ospite Michele Placido) e giovedì 13 luglio (L'ora legale, ospiti Ficarra e Picone).
Domenica 16 luglio evento speciale di chiusura del festival con protagonista Edoardo Leo che a Nepi (Forte dei Borgia) porterà in scena il suo spettacolo Ti racconto una storia.
- https://www.moviereading.com/
- http://www.tusciafilmfest.com/

Roma. La lettura: strumento di benessere

Prendersi cura della propria salute senza consultare il medico? Si può fare! Un buon libro può essere strumento di automedicazione per guarire dal dolore della solitudine durante ricoveri prolungati.
“Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso”. È quanto asserisce Fabrizio Caramagna, conosciuto come il re degli aforisti. Ma leggere un libro può significare molto di più: ad esempio, uscire dal proprio dolore, dalla sofferenza che condiziona anche i pensieri a riposo. Significa immergersi in realtà della fantasia che astraggono, rapiscono, appassionano al punto da perdere la cognizione del tempo e, soprattutto, del proprio malessere fino a diventare un antidoto efficace contro il dolore cronico, quello che persiste oltre i tempi ragionevoli di guarigione. Soprattutto se il racconto viene condiviso e commentato con altre persone.
- continua su http://www.policliniconews.it/

Roma. Visite e percorsi tattili - sensoriali all’ insegna dell’accessibilità e con guide specializzate

Si ricorda che proseguono le attività promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura, che aderendo alla VII edizione della Biennale ArteInsieme offrono visite e percorsi tattili – sensoriali all’ insegna dell’accessibilità e con guide specializzate.
Di seguito il calendario delle visite di giugno che si devono prenotare chiamando tutti i giorni lo 060608 dalle 9 alle 19.
29 giugno
ORE 10.00; 11.00; 12.00; 13.00; 14.00
MUSEO DELL’ ARA PACIS 
Art For the Blind
Progetto sperimentale, ideato esclusivamente per questo spazio museale, che permette alle persone non vedenti e ipovedenti di ‘entrare in contatto’ con il passato mitico del’Urbe, la storia dell’altare e della figura di Augusto attraverso uno speciale sistema tecnologico di audio guida.
Durata della visita 40 min circa - due posti ogni turno.
INFO: www.arapacis.it
Referenti: Orietta Rossini; Lucia Spagnuolo orietta.rossini@comune.roma.it; lucia.spagnuolo@comune.roma.it
Venerdì 23 giugno
ORE 11.00-13.00
MUSEI CAPITOLINI
Visita guidata tattile-sensoriale con operatori specializzati e volontari del servizio civile appositamente formati
Nella visita guidata si approfondisce la conoscenza della Galleria Lapidaria, attraverso l’esplorazione diretta di alcune delle opere esposte con l’ausilio dei libri tattili da tempo in uso al Museo. Il percorso include anche l’edificio del Tabularium, l’antico archivio romano su cui è stato costruito il Palazzo Senatorio. Qui è possibile avvalersi dei supporti tiflodidattici già disponibili in questa sezione dei Musei Capitolini: il plastico dell’edificio, corredato da una pianta tattile che favorisce l’orientamento nell’area, e il pannello a rilievo dell’affaccio sul Foro.
INFO: www.museicapitolini.org
Referenti: Francesca Daniele; Isabella Serafini francesca.daniele@comune.roma.it; isabella.serafini@comune.roma.it
Giovedì 29 giugno
ORE 11.00-13.00
CENTRALE MONTEMARTINI
Visita guidata tattile-sensoriale con operatori specializzati
Una selezione di alcune opere classiche e di reperti legati all’archeologia industriale rendono possibile un suggestivo percorso all’interno del museo, che presenta la particolare caratteristica di essere ospitato nella ex Centrale Elettrica Montemartini, dove caldaie e turbine si affiancano a opere d’arte antica.
INFO: www.centralemontemartini.org
Referenti: Maria Giuseppina Bruscia; Barbara Nobiloni mariagiuseppina.bruscia@comune.roma.it; barbara.nobiloni@comune.roma.it
Venerdì 30 giugno
ORE 11.00-13.00
MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA
Visita guidata tattile-sensoriale con operatori specializzati e curatori del museo
Il percorso tattile Gli animali a portata di mano, presente nel museo, consentirà di avvicinare le persone con diverse disabilità alla conoscenza delle caratteristiche, delle forme e delle voci di alcuni degli animali esposti nelle sale del museo. In alcune aree del percorso espositivio sarà infatti possibile, per le persone con disabilità, sperimentare esperienze tattili grazie alla possibilità di toccare e manipolare vari modelli, ossa e anche alcuni esemplari, preparati direttamente in pelle, di varie specie animali. La visita sarà inoltre concepita come un viaggio alla scoperta dei canti e delle caratteristiche del comportamento degli animali, soprattutto mediante sollecitazioni sensoriali prodotte da alcuni sistemi multimediali (ad es. touch screen con i canti di varie specie di Uccelli, Mammiferi e Anfibi).
INFO: www.museodizoologia.it
Referente: Massimo Capula, massimo.capula@comune.roma.it
Comunicazione: Filomena Giustino, filomena.giustino@comune.roma.it
Direttore: Bruno Cignini, bruno.cignini@comune.roma.it

Robots across Europe help children with disabilities play

A network of 100 practitioners and researchers from 32 European countries is promoting the use of robots and other assistive technologies that help children with disabilities play on their own or with other children.
Educators, psychologists, therapists and engineers teamed up to achieve a common vision: changing mentalities and creating the right conditions for children with disabilities to simply be able to play. They have also set up a database of assistive technologies  used in hospitals and homes across the continent.
For instance, robot Teo plays with a girl with Down syndrome: she makes up a game to interact with the robot, then shows it to other children. She had never interacted with others prior to this session. Teo won the Kazuo Tanie Award in 2016 (KROG project, Politecnico di Milano)
http://www.cost.eu/media/cost_stories/robots-help-children-with-disabilities-play

Accessibility Is At The HEART Of Microsoft & Office365

Recently I’ve been working with a partner that has a school for deaf and hearing impaired students as a customer. It’s been really interesting exploring how technology is used in environments like this, where the need for video communication to enable sign language is paramount.
As a result, I’ve been digging into the accessibility options within Microsoft’s Windows 10 and Office365 products and it has reinforced the observations I’ve noticed already since joining Microsoft at the start of the year: accessibility and inclusive design really is at the heart of all Microsoft products.
https://blogs.technet.microsoft.com/nzedu/2017/06/21/accessibility-is-at-the-heart-of-microsoft-office365/

Roma. L’immaginazione e il talento, che sfatano i luoghi comuni sull’autismo

Opere d’arte per mettere in contatto persone con disturbi dello spettro autistico con il resto della società, facendone emergere le potenzialità creative: è nata da questa consapevolezza la mostra itinerante frutto del Progetto “L’arte risveglia l’anima”, che dopo l’avvio in Toscana, sta ora vivendo la tappa di Roma, presso i Musei di San Salvatore in Lauro, dove sarà visitabile fino al 25 giugno, per ammirare i dipinti, i disegni e le ceramiche realizzati da ventiquattro artisti italiani, insieme all’opera collettiva “Believe”, creata da sette giovani con autismo dell’Associazione Insettopia
- continua su http://www.superando.it/

Trasporti romani: sette mesi di lavoro per un Regolamento irricevibile!

«Sette mesi di lavoro dell’Amministrazione Capitolina per riformare il servizio di trasporto cittadino rivolto alle persone con disabilità motoria, cieche e ipovedenti hanno prodotto un provvedimento non ricevibile sotto tutti gli aspetti»
A denunciarlo congiuntamente sono la FISH Lazio, la Consulta Cittadina sulla Disabilità, la FAND e l’UICI di Roma, che chiedono di riaprire urgentemente un confronto costruttivo e concreto, perché la bozza di Regolamento proposta «non risponde minimamente alle esigenze di mobilità delle persone con disabilità di Roma»
- continua su http://www.superando.it/

Roma. Scuola a rotelle - La disabilità tra i banchi

Tavola rotonda per la presentazione del libro "Roma. Scuola a rotelle - La disabilità tra i banchi" (https://www.donzelli.it/libro/9788868436063)
Istituto Leonarda Vaccari
10 luglio 2017
ore 17.30

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Protagonisti ad Assisi i libri tattili del concorso “Tocca a te!”

È trascorso qualche giorno dal 18 Giugno, data della premiazione del concorso nazionale di editoria tattile “Tocca a te!” presso l’Istituto Serafico di Assisi.
Il concorso, organizzato dalla Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi di Roma e dalla Fondazione Robert Hollman, per la quarta edizione ha potuto contare sull’Istituto Serafico di Assisi, sul patrocinio del Comune di Assisi e della Regione Umbria.
Lascio a uno dei molti articoli e video la presentazione delle splendide opere premiate, per raccontare quello che ho potuto vedere, toccare, sentire, applaudire. Sottolineo “potuto” perché eravamo in 500 a girare per i corridoi e le sale dell’istituto Serafico, che ospitavano 250 libri in concorso provenienti da tutta Italia.
- continua su http://www.eleonoraterrile.it/

Arriva "Cromia", la prima app prodotta dagli studenti Apple

È la prima delle app dei giovani sviluppatori di San Giovanni a Teduccio. La prima di cui si sa che sarà ufficialmente presentata il prossimo 6 luglio, nella sede napoletana dell’Uici, l’Unione italiana ciechi e ipovedenti, in via San Giuseppe dei Nudi.
“Dai voce ai colori” è il motto dell’applicazione e del gruppo che vi ha lavorato, per «regalare una speranza a tutti coloro che hanno una disabilità visiva». “Cromia” prevede che si punti l’obiettivo del telefonino verso l’oggetto di cui si vuole conoscere il colore, come un capo di abbigliamento, ad esempio. Scattata la foto, l’app non solo ne rivela il colore, ma anche l’intensità, e, all’occorrenza, la fantasia (se si tratta, insomma, di righine, di rombi, di pois).
- continua su http://napoli.repubblica.it/

mercoledì 21 giugno 2017

Sta per uscire l'app di NvApple. Interamente sviluppata da disabili visivi, verrà presentata al WebMarketingFestival di Rimini

La necessità di sviluppare una propria app per dispositivi iOs risultava abbastanza pressante, anche perché gli utenti lo avevano richiesto spesso, tuttavia abbiamo voluto tentare di costruire l'app interamente con le nostre forze e ci siamo riusciti!
L'app è stata sviluppata infatti da Vincenzo Rubano, non vedente, che si è avvalso dell'aiuto di Cristina Luciani, ipovedente, per quel che concerne la parte grafica, mentre il resto del team ha continuamente testato le varie funzioni segnalando bug o consigliando migliorie varie.
Il fatto che lo sviluppo sia stato effettuato interamente da persone con disabilità visiva ci ha permesso di poter presentare la nostra app in una cornice decisamente importante, durante un evento che si terrà nella Sala del Porto del Palacongressi, sabato 24 giugno alle 14 e 45.
- continua su https://www.nvapple.it/

L’insegnante di sostegno agli scrutini: mancano linee guida unitarie. Lettera

Raffaella Gori – In relazione alla questione “valutazione” sussistono ancora troppe criticità e la norma, per alcuni aspetti in contraddizione, non aiuta a capire “in che modo procedere”.
Compiti e responsabilità sono vaghi o compressi in principi che negano, di fatto, quanto indicato dalla normativa stessa. La confusione e i mancati chiarimenti da parte del MIUR determinano, nella prassi, situazioni talora paradossali.
Vediamo nel dettaglio che cosa prevedono, oggi, le norme in vigore.
- continua su http://m.orizzontescuola.it/

Ecco come una cantante, diventata sorda, è tornata a “sentire” la musica (con il corpo)

Mandy Harvey è una giovane cantante jazz diventata sorda a 18 anni. Ora, grazie a d una tecnologia innovativa (e sperimentale) creata dai laboratori di “Not Impossibile Now” è riuscita a sentire la musica con il corpo.
Ecco il video, davvero emozionante, di questo meraviglioso esperimento.
IL VIDEO
https://www.yahoo.com/news/video/deaf-jazz-singer-mandy-harvey-150211265.html
- l'articolo continua su http://thenexttech.startupitalia.eu/4679-20151120-musica-sordi-notimpossiblenow-mandy-harvey

Milano. Una proiezione speciale del film "Cuori puri" con audiodescrizione e sottotitoli

Una proiezione speciale del film "Cuori puri" con audiodescrizione e sottotitoli per consentire la fruizione anche a persone con disabilità della vista e dell'udito.
Appuntamento giovedì 22 giugno alle ore 20.10.
Agnese ha diciott'anni ed è plagiata dalla rigida educazione religiosa della madre; il venticinquenne Stefano lavora come custode in un parcheggio confinante con un campo rom. Due solitudini opposte e complementari, destinate a incontrarsi. Il fotografo e video-artist Roberto De Paolis esordisce dietro la macchina da presa e dipinge in maniera sapiente una Roma periferica e marginale, immedesimandosi totalmente nei suoi vitali personaggi, universi solo in apparenza distanti che si specchiano continuamente uno dentro l'altro. Una ricerca documentaristica approfondita per un film umanissimo e spiazzante, impreziosito dalle prove dei protagonisti Selene Caramazza e Simone Liberati.
“Cuori puri” verrà proiettato in esclusiva giovedì 22 giugno alle ore 20.10 presso l’Anteo spazioCinema (via Milazzo 9, Milano) con audiodescrizione e sottotitoli per consentire la fruizione anche a persone con disabilità della vista e dell'udito.
Interverranno l’avvocato Lisa Noja, delegata all’Accessibilità – Gabinetto del Sindaco, e i curatori del progetto “Cinema senza barriere”, Eva Schwarzwald e Romano Fattorossi.
(fonte: http://personecondisabilita.it/)

Nuoro. Festival della Resilienza



Il Festival è promosso da ProPositivo è un progetto che nasce da un quesito semplice: “Cosa accadrebbe se il tempo che usiamo normalmente per lamentarci delle difficoltà lo investissimo nell’analisi e la soluzione dei problemi?”
Dal 2012 diamo spazio ad un’informazione costruttiva per diverse testate nazionali, in cui ogni articolo parte da un problema, solo in vista di considerarne un’alternativa, attraverso uno studio delle realtà e iniziative più virtuose. Dal 2015 abbiamo iniziato anche a connettere e far conoscere tra loro queste realtà per lo sviluppo di progetti concreti e condivisi per le comunità locali. Così è nato il Festival della Resilienza.
INFO: http://www.propositivo.eu/brain-surfing/open-call

Il nuovo nomenclatore tariffario e le novità nel campo delle tecnologie assistive

Il 18 marzo 2017 è finalmente stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto 12 gennaio 2017 con i nuovi livelli essenziali di assistenza in materia sanitaria (LEA), incluso il nuovo Nomenclatore Tariffario, che prevede numerose novità nel campo delle tecnologie assistive.
Il tema sarà oggetto di un seminario venerdì 27 ottobre 2017, durante le Giornate Evento Tecnologie Inclusive organizzate a Bologna
- continua su http://www.leonardoausili.com/

Certi giorni va meglio, certi giorni va peggio

Tratto dal libro di Don Delillo, Zero K, Einaudi

Il giorno delle visite dei genitori, Emma mi ha invitato ad andare  nella scuola dove lavorava. I bambini avevano problemi che andavano da difficoltà nel linguaggio a disturbi emotivi. Si trovavano ad affrontare una serie di ostacoli all’apprendimento quotidiano, faticavano a raggiungere livelli basilari di consapevolezza, a capire, a mettere le parole nella giusta sequenza, ad acquisire esperienza, a rimanere attenti e trattenere le informazioni, a scoprire le cose.
Ero appoggiato a una parete in una stanza piena di bambini, maschi e femmine, seduti attorno a un lungo tavolo con libri da colorare e giochi vari. I genitori si aggiravano chiacchierando per la sala e c’era motivo per sorridere. I bambini erano vivaci e impegnati a scrivere storie e disegnare animali, perlomeno quelli che erano in grado di farlo, e io guardavo e ascoltavo, cercando di percepire qualcosa delle vite che si stavano svolgendo in quello spensierato scompiglio di vocine che si sovrapponevano e di corpi adulti che incombevano lí attorno.
Emma mi è venuta vicino facendo un cenno a una bambina accucciata sopra un puzzle, una bambina che aveva paura di fare anche un solo passo da qui a lí, da un minuto all’altro, e che aveva bisogno di parole di sostegno e spesso di una spintarella. Certi giorni va meglio, certi giorni va peggio, ha detto Emma, e questa frase mi sarebbe rimasta impressa. Ogni disturbo aveva il suo acronimo, ma lei ha detto che non li usava. C’è il bambino in fondo al tavolo che non ha i controlli motori necessari per pronunciare parole intelligibili. Non esiste niente di naturale. I fonemi, le sillabe, il tono muscolare, l’azione della lingua, le labbra, le mandibole, il palato. L’acronimo è Cas, ha detto, ma non ha specificato per cosa stavano le lettere. Le sembrava un sintomo del disturbo stesso.
Presto è tornata fra i bambini. La sua autorità spiccava, come la fiducia nelle proprie capacità, anche nei momenti di gentilezza, mentre parlava, sussurrava, spostava un pezzo sul tabellone di un gioco o semplicemente guardava un bambino o parlava con un genitore. Ovunque nella stanza regnava un fermento carico di gioia, ma io mi sentivo paralizzato contro quella parete. Cercavo di immaginare uno di quei bambini, questo o quello, chi non era in grado di riconoscere le forme e i disegni, chi non riusciva a rimanere attento o a seguire nemmeno le piú semplici istruzioni impartite oralmente. Guarda   il bambino con l’abbecedario illustrato, cerca di vederlo alla fine della giornata, sullo scuolabus, mentre parla con gli altri bambini o guarda fuori dal finestrino e chiediti cos’è che vede e in che modo è diverso da quello che vede l’autista, o da quello che vedono gli altri bambini, e com’è incontrare sua madre o suo padre o un fratello o una sorella maggiore o la tata o la governante che lo aspettano all’angolo tra questa via e quel viale. Niente di tutto questo mi ha fatto entrare nella sua vita.
Ma perché avrebbe dovuto? Come poteva essere possibile? C’erano altri bambini in altre aule, alcuni li avevo visti prima girare per i corridoi guidati verso un’aula da un genitore o un altro parente. Gli adulti. Riusciranno alcuni di questi bambini ad avventurarsi nell’età adulta, a diventare grandi per aspetto e per comportamento, capaci di comprarsi un cappello, attraversare una strada? Guardavo la bambina che non riusciva a fare un passo senza percepire un qualche pericolo predeterminato. Lei non era una metafora. I capelli castano chiaro, ora illuminati dal sole, le guance naturalmente bianche e rosse, lo sguardo attento, le mani piccole, sei anni, ho pensato, Annie, ho pensato, o forse Katie, e ho deciso di andarmene prima che lei finisse di giocare al gioco che aveva davanti, prima della fine della giornata dei genitori, prima che i bambini fossero liberi di passare all’attività successiva.
Giocare, compilare una lista, disegnare un cane, raccontare una storia, fare un passo.
Certi giorni va meglio, certi giorni va peggio.

Leggibilità e comprensibilità di un testo

Èulogos: Corrige!
La leggibilità
Èulogos Corrige è un servizio che analizza la leggibilità del testo secondo l'indice GULPEASE e confronta le parole del testo con il Vocabolario di base di Tullio De Mauro grazie alla lemmatizzazione automatica.
Restituisce il testo con i dati frase per frase, per poter individuare subito i punti critici e fare di un testo qualunque un testo comprensibile a tutti. Occorre scegliere il testo in lingua italiana da controllare: in pochi secondi attraverso la posta elettronica il servizio restituisce il resoconto ortografico e il resoconto di leggibilità
E' in prova gratuita su http://www.corrige.it/
Èulogos: Corrige!
Ortografia
Corrige!Ortografia è un sistema esperto ortografico basato sull'analisi del contesto e sulla base di conoscenza lessicale accurata della tecnologia Èulogos Imprimatur. Corrige!Ortografia realizza una radiografia del testo nel suo insieme e controlla ogni parola verificandone l'uso. Un'analisi puntuale che non solo segnala errori, ma soprattutto evidenzia dubbi per le parole in sé corrette ma incompatibili con il contesto.
È in prova gratuita: http://www.corrige.it/ortografia/resoconto/

Webinar. Inclusione: il valore della differenza

Sulla piattaforma Essediquadro Formazione (https://sd2.itd.cnr.it/corsiformazione/) sono disponibili i primi tre moduli del corso di formazione: "Inclusione: il valore della differenza" https://sd2.itd.cnr.it/corsiformazione/course/view.php?id=10), organizzato dal CTS di Genova (https://ctsgenovaistruzion.wixsite.com/ctszena), in collaborazione con ITD-CNR. 
Da settembre il seguito del corso :-)
Buona formazione a tutti e buone vacanze!

15 minuti con Editoria tattile illustrata Tocca a te all'Istituto Serafico di Assisi

Maturità, ecco come sarà l'esame per chi ha disturbi d'apprendimento

Sono circa 187 mila in Italia gli studenti con dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia: alcuni di loro saranno, domani, tra i 500 mila che si presenteranno all'esame di maturità. L'Istituto Serafico di Assisi ricorda: “Fondamentale che beneficino delle modalità operative pensate per loro”. Prima fra tutte, l'uso di strumenti compensativi
- continua su http://www.redattoresociale.it/

La scuola dei bambini in scatola

"La rampante dirigente-manager ha il tailleur. Ha deciso questo: due prime ‘normali’ di bambini ‘normali’ con orario ‘normale’. Un’altra prima al pomeriggio: una sola classe di dodici bambini con varie difficoltà da affrontare. Bambini con sostegno, bambini di nazionalità diverse, bambini 'irrequieti'. La mattina stanno a casa (con chi, se per esempio i genitori lavorano?) il pomeriggio a scuola. Il tutto con il benestare del dirigente dell'Ufficio Scolastico Territoriale."
- continua su http://invececoncita.blogautore.repubblica.it/

martedì 20 giugno 2017

Lanciato un crowdfunding per realizzare una collana di Inboook, testi accessibili pensati per giovani adulti con disabilità

Realizzare una collana di testi cartacei in simboli, strumento codificato della Comunicazione Aumentativa, che permette a soggetti svantaggiati sul piano dell'apprendimento per disabilità di ogni tipo (da disabilità cognitive a disabilità linguistiche) di leggere e, leggendo, di accedere alla conoscenza, alla relazione con gli altri, all’autonomia sul piano dei saperi. I libri che usano questa modalità si chiamano Inbook.
La collana si chiamerà Parimenti. Proprio perché cresco, e nasce da un progetto condiviso tra edizioni la meridiana, casa editrice pugliese con 30 anni di attività alle spalle, il Centro Documentazione Handicap/Accaparlante di Bologna e l’Associazione Arca Comunità "l’Arcobaleno" Onlus di Granarolo – Bologna. Ha lo scopo di sviluppare libri Inbook favorendone l’accessibilità a un pubblico di lettori giovani-adulti fino ad ora non raggiunti da alcun editore. Parimenti parte dal presupposto di offrire a tutti (tutte le menti) pari possibilità di accessibilità alla lettura e dunque alla conoscenza, premessa irrinunciabile per un esercizio attivo della cittadinanza. Proprio perché cresco è la risposta al bisogno da parte dei ragazzi di avere strumenti (in questo caso libri) adatti alla loro età e simili nei contenuti ai libri dei loro coetanei.
- continua su http://www.bandieragialla.it/

Il tour di Tommy e gli altri per le scuole di tutta Italia



Il neurodiverso è il miglior personal trainer per abituarci a gestire la differenza proprio perché i suoi problemi sono nella relazione. Chi si abitua a relazionarsi serenamente con i nostri ragazzi sarà capace ancora più a capire e essere capito in ogni altra occasione in cui il rapporto con una persona ci sembra “difficile”.
In questo modo si creano le basi per una educazione alla convivenza e alla legalità non come regole imposte dall’alto, da seguire per evitare sanzioni o punizioni, ma come una naturale propensione all’accoglienza del diverso. Il riconoscimento del “diritto di esistere” di ragazzi diversi dalla maggior parte degli studenti che parteciperanno al progetto, sarà un’importante palestra di educazione alla responsabilità.
Chi volesse già prenotarsi può scrivere a redazione@pernoiautistici.com specificando il periodo preferibile nel corso dell’anno scolastico 2017/18, l’eventualità di poter contare su una sala cinematografica, la possibilità di organizzare un dibattito affianca
- continua su http://www.pernoiautistici.com/

Roma. Teatro per l’inclusione, impegnato anche sui diritti dell’infanzia

Una rilettura in chiave moderna del “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare verrà presentata il 20 giugno, al Teatro Brancaccio di Roma, dall’Accademia L’Arte nel Cuore, Associazione capitolina che conduce ormai da anni un progetto di formazione artistica integrata multidisciplinare per persone con e senza disabilità e che per l’occasione proseguirà anche il proprio impegno sul tema dei diritti violati: l’evento, infatti, avrà una dedica speciale, rivolta ai bambini siriani vittime del conflitto che insanguina il Paese mediorientale e, più in generale, all’infanzia negata
- continua su http://www.superando.it/

lunedì 19 giugno 2017

Disabilità, ausili fai-da-te: Nicholas, "Alfred" e gli altri maker

Da "DbGlove", dispositivo open source che si tiene in una mano e che digitalizza numerosi alfabeti tattili, a “Hubotics” un esoscheletro per arti superiori, indossabile e personalizzabile, interamente stampato in 3D. Il successo degli inventori
- continua su https://www.superabile.it/

UniSiena. Organizzazione e gestione delle istituzioni scolastiche in contesti multiculturali

Il Master intende contribuire ad arricchire la professionalità dei dirigenti scolastici e dei docenti delle scuole di ogni ordine e grado, statali e paritarie, in relazione alla multiculturalità, con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’integrazione scolastica degli alunni con cittadinanza non italiana.
Un’elevata presenza di alunni con cittadinanza non italiana in una scuola, o in una classe, può rappresentare un elemento di complessità e di difficoltà per l’organizzazione della scuola e per la didattica. Una scuola efficace in termini di integrazione interculturale ha bisogno di una leadership diffusa, capace di promuovere, all’interno della scuola, la dimensione dell’apertura e del riconoscimento reciproco e, all’esterno della scuola, la relazione e le intese necessarie con le altre scuole, con le istituzioni e le risorse del territorio. Le conoscenze e le competenze sviluppate e/o implementate dal master consentiranno di progettare, in campo educativo e scolastico, adeguate strategie operative e organizzative, nonché di gestione della classe plurilingue e dell’impiego della didattica interculturale per favorire i processi di apprendimento e integrazione degli alunni e degli studenti con cittadinanza non italiana.
- continua su https://www.unisi.it/
(fonte: Elena A.)