«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

sabato 27 agosto 2016

Le difficoltà di sempre, per gli studenti con disabilità della Sicilia

Assistenza igienico-personale, trasporto, assistenza all’autonomia e alla comunicazione: «A poche settimane dall’avvio del nuovo anno scolastico - scrivono dall’ANFFAS Sicilia - vigono ancora pochissime garanzie per la piena inclusione degli alunni e studenti con disabilità che si accingono a frequentare le scuole di ogni ordine e grado nella nostra Regione»
- continua la lettura su http://www.superando.it/

L'Italia e la disabilità: la pagella dell’Onu

Si è concluso ieri a Ginevra l'esame del report italiano sull'attuazione della Convenzione Onu per i diritti delle persone con disabilità. Le osservazioni del CRPD arriveranno il 2 settembre, ma ecco un'anticipazione dei rilievi mossi al nostro Paese, a cominciare dall'enorme disparità di accesso ai servizi fra un territorio e l'altro
Il 24 e 25 agosto il Committee on the Rights of Persons with Disabilities (CRPD) ha esaminato a Ginevra il rapporto inviato dall’Italia sulla nostra attuazione della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità. La Convenzione, approvata dall’Onu il 13 dicembre 2006, è stata ratificata dall’Italia nel febbraio 2009. Il CRPD renderà pubbliche le sue osservazioni conclusive sul report italiano il 2 settembre (saranno disponibili qui, dove già sono pubblicati tutti i materiali inviati dall’Italia, sia a livello istituzionale sia di rapporto-ombra) ma già ieri sera ha pubblicato una primo report dei lavori svolti. Eccone una sintesi (qui il testo completo).
- continua la lettura su http://www.vita.it/

Cosa è e come funziona WeSchool

Nata da un'idea di Marco De Rossi, WeSchool è una piattaforma che permette ad alunni e professori di collaborare, utilizzando i contenuti presenti nella Rete
La lavagna interattiva multimediale (LIM) è stato solamente il primo passo verso la digitalizzazione della scuola: il futuro è delle piattaforme che permettono agli studenti di collaborare con i professori per realizzare delle lezioni 2.0. Una startup italiana ha lanciato la propria idea di piattaforma collaborativa, cercando di battere la concorrenza delle grandi multinazionali straniere (Google Classroom su tutti): si tratta di WeSchool, progetto creato da Marco De Rossi che qualche anno fa creò Oilproject, un portale per l'e-learning con oltre un milione e mezzo di utenti attivi.
- continua la lettura su http://www.fastweb.it/

Scuola e criticita' nel Veneto: quali le vere responsabilita' ?

Prende spunto, il Gruppo Scuola della FISH Veneto (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), dalle parole recentemente pronunciate dall’Assessore Regionale alle Politiche dell’Istruzione – ritenute non certo attente alle reali criticità della scuola nel Veneto – e torna ancora una volta a sottolineare le responsabilità dell’Ufficio Scolastico Regionale, in àmbito di insegnamento di sostegno, sottolineandone in particolare la perdurante eccessiva rigidità dei criteri di assegnazione adottati.
Gli alunni e gli studenti del Veneto sono già penalizzati ed è quindi necessario evitare che la situazione peggiori. Certo, non è facile, vista la scarsità delle risorse disponibili, ma si potrebbe senz’altro fare qualche cosa di più. Ad esempio, la dichiarazione rilasciata nelle scorse settimane da Elena Donazzan, assessore regionale alle Politiche dell’Istruzione, con la quale si denuncia la gravità della situazione nelle scuole del Veneto e in quelle italiane, suscita solo perplessità e per taluni aspetti anche contrarietà. Infatti, l’appello dell’Assessore ai genitori («Rivolgetevi al Governo e non alla Regione, per evitare la riduzione del numero di docenti»), è generico e propagandistico, non pone l’attenzione necessaria alle criticità della scuola ed è privo di proposte.
Come FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), privilegiamo un altro metodo: l’analisi attenta della situazione, l’approfondimento, il confronto, l’argomentazione delle critiche, le proposte. Per questo riteniamo le dichiarazioni dell’Assessore ripetitive, un lamento che non affronta i problemi, quasi un disimpegno.
- continua la lettura su http://www.superando.it/

Trento. Ancora piu' preparati per gli "studenti fragili"

Favorire l’inclusione scolastica con insegnanti ed educatori super qualificati è l’obiettivo di un progetto provinciale finanziato dal Fondo sociale europeo. 
Rimuovere le difficoltà d'apprendimento, favorire una scuola inclusiva, preparare i cittadini responsabili e attivi del futuro. Sono questi gli obiettivi (mica poca cosa) dichiarati dal progetto inclusione “Pro-in” , iniziativa realizzata nell'ambito del Programma operativo 2014-2020 della Provincia autonoma di Trento grazie al sostegno finanziario del Fondo sociale europeo, dello Stato italiano e della stessa Provincia. Il periodo di attuazione entra nel vivo proprio con i prossimi due anni scolastici, 2016/17 e 2017/18, e come sempre la regia è quella dell'Iprase. “Il progetto intende agire in favore degli studenti più fragili – come si legge nella presentazione del progetto - sostenendo un ulteriore innalzamento del livello di inclusione del sistema educativo di istruzione e formazione provinciale e della qualità dello stesso. L’obiettivo, in sintesi, consiste nell’intervenire a sostegno degli studenti caratterizzati da particolare fragilità, assicurando lo sviluppo di un sistema d’istruzione e formazione realmente inclusivo e in grado di rispondere ai “diversi bisogni educativi speciali e specifici” con modalità, metodologie e professionalità centrate su una didattica di tipo personalizzato”. Come? “La leva attraverso cui l’azione intende agire è principalmente la qualificazione professionale dei vari operatori direttamente coinvolti nella realizzazione dei processi inclusivi”. I destinatari del progetto triennale iniziato lo scorso anno sono: studenti della scuola trentina, in particolare con Bisogni Educativi Speciali (Bes) o caratterizzati da fragilità e a rischio di esclusione sociale, coinvolti a partire dai loro docenti, assistenti educatori, facilitatori. Sono sei le macroaree, chiamate “azioni”, scelte per i diversi interventi. Azione 1: Interventi di sviluppo professionale per l'inclusione di studenti con disturbi dello spettro autistico. Il periodo di attuazione è proprio quello dell'anno scolastico 2016/17. Azione 2: Interventi di sviluppo professionale per l’inclusione di studenti con disturbi specifici e aspecifici dell’apprendimento, e per la gestione delle classi “complesse”. Previste 250 ore di corso di perfezionamento. Azione 3: Interventi di sviluppo professionale per l’utilizzo delle tecnologie a supporto dell’inclusione di studenti con bisogni educativi speciali. Sarà attivato un corso Epict specifico di 100 ore. Azione 4: Leggere i segnali e intervenire per tempo. Implementazione di strumenti innovativi per la rilevazione standardizzata e precoce dei livelli di apprendimento. E' previsto il supporto del Dipartimento della Conoscenza. Azione 5: Interventi di sviluppo professionale per l’inclusione di studenti di origine straniera di prima e seconda generazione e per la promozione delle competenze di cittadinanza mondiale. Azione: La tutela della salute mentale in età evolutiva: riconoscere per prevenire. Percorso formativo di 30 ore. Tutte le informazioni sono reperibili sul sito www.iprase.tn.it oppure contattando direttamente Maria Arici (maria.arici@iprase.tn.it, 0461 49 43 82).
di Maurizio Zambarda
(fonte: Press-In anno VIII / n. 1745 - Trentino del 24-08-2016)

mercoledì 24 agosto 2016

Modena. "Qualcuno ha bisogno di te", gli universitari affiancano i ragazzi in difficoltà

Il Comune cerca giovani studenti universitari ai quali affidare progetti di sostegno individuale verso minori di età compresa tra i 10 e i 15 anni in carico ai Servizi Sociali. Iscrizioni fino al 12 settembre.
Il progetto è indirizzato in particolare a giovani universitari, residenti nella provincia di Modena e preferibilmente frequentanti facoltà umanistiche ai quali affidare progetti di affiancamento e sostegno a minori di età compresa tra i 10 e i 15 anni, in carico al Servizio Sociale.
Il progetto è rivolto a quanti vorranno vivere, anche all'interno del proprio percorso formativo, un'esperienza di solidarierà e di conoscenza dei servizi, mettendo a disposizione alcuni pomeriggi alla settimana, per il periodo dell'anno scolastico da ottobre 2016 a giugno 2017.
- continua la lettura su http://www.comune.modena.it/

martedì 23 agosto 2016

La radio che libera la mente

E' una bella notizia il nuovo spazio pensato da Radio24 e dedicato alla voce di spettatori con e senza disabilità che vorranno dire la loro sulle problematiche che ogni giorno si trovano ad affrontare.
Un numero verde e una mailbox (800 002 400, anchenoidisabili@radio24.it) saranno i riferimenti in cui sarà possibile lasciare segnalazioni, chiedere informazioni, scambiare opinioni e raccogliere nuovi spunti sull'argomento.
Per saperne di più

Borsa di studio rivolta a studenti con disabilità

Per l'anno accademico 2016/17 sarà assegnata una borsa di studio di otto mila euro, sulla base di un progetto elaborato da studenti con disabilità, che frequentano corsi di studio in informatica, ingegneria informatica e scienze informatiche, da sviluppare durante l'anno accademico.
L'obiettivo della borsa di studio è rivolto verso una migliore accessibilità e usabilità dei prodotti per stimolare l'inclusione e la partecipazione delle persone con disabilità nella società, attraverso siti web più accessibili, formati media e tecnologie che possono aiutare a trovare lavoro e partecipare attivamente alle iniziative nel loro territorio. Lo scorso anno è risultata vincitrice una studentessa del Regno Unito, con il progetto di un'applicazione mobile per mettere in comunicazione persone con disabilità e operatori sanitari, interpreti e assistenti. La valutazione sarà basata sull'originalità del progetto rivolto ai differenti bisogni delle persone con disabilità, per un contributo che può migliorare l'accessibilità digitale.
Possono presentare la domanda studenti con disabilità con cittadinanza e residenza nell'Unione Europea iscritti in un corso di laurea, master o dottorato di ricerca per l'anno accademico 2016-2017. Il termine per presentare la domanda è fissato al 31 ottobre 2016 e i requisiti e le modalità sono descritti sul sito dell'EDF (European Disability Forum).
Per ulteriori informazioni, cliccare su:
Borsa di studio rivolta a studenti con disabilità
(fonte: http://www.superabile.it/)

5 (nuove) curiosità sul Braille che forse non sapevi

Visto l’interesse suscitato dall’articolo "10 curiosità sul Braille che (forse) non sapevi", abbiamo deciso di condividere con voi altre cinque curiosità sulla scrittura a rilievo per non vedenti e ipovedenti:
- continua la lettura su http://blind.tech/

Quale cloud usare per gli ebook

Tra le richieste che arrivano alla Redazione di http://www.ebookreaderitalia.com/ ne hanno selezionata una per la rubrica “A domanda risposta”.
- continua la lettura su http://www.ebookreaderitalia.com/

lunedì 22 agosto 2016

FARFALLA PROJECT: l'accessibilità passa anche dal web!

Farfalla project è un’applicazione web che consente, da un lato, a chi crea o gestisce un sito web di aggiungervi facilmente funzionalità che ne migliorino l’accessibilità e, dall’altro, ad utenti del web con esigenze speciali (persone ipovedenti, con difficoltà di movimento o disturbi della lettura) di avere accesso a strumenti che consentono loro di migliorare l’esperienza di navigazione.
- continua la lettura su http://moveability.org/

mercoledì 17 agosto 2016

"Arctic circle", il fumetto che si legge con le mani (e si crea insieme)

57 tavole di legno per 95 kg di peso: è il graphic novel creato usando "Shapereader", sistema tattile per rendere la letteratura disegnata accessibile ai lettori con disabilità visive. L’idea è dell’artista greco Ilan Manouach, che sta tenendo corsi in Europa per insegnare il suo metodo
- continua la lettura su http://www.redattoresociale.it/

La guida di Google ai trucchi di Android

Consigli e segreti per principianti o per chi vuole sfruttare al meglio il suo dispositivo mobile
https://www.android.com/phones/tips/#featured

martedì 16 agosto 2016

Disabilità uditiva. “Duo”, la nuova app di Google per le videochiamate

Google ha diffuso una nuova app per le videochiamate, Duo, di cui aveva annunciato il lancio alla conferenza degli sviluppatori di maggio, e che è la risposta dell’azienda a FaceTime, l’app di Apple che offre lo stesso servizio ed è preinstallata su tutti gli iPhone e iPad, e la funzione per le videochiamate di Whatsapp.
La nuova app consente di effettuare solo chiamate singole (one-to-one) e non di gruppo, cosa che invece è possibile fare con Hangouts, l’altra app di messaggistica di Google. Duo è disponibile solo per gli smartphone, sia Android che iPhone, e nelle intenzioni di Google è stata sviluppata in modo da rendere più semplice fare una chiamata video.
- continua la lettura su http://www.ilpost.it/2016/08/16/google-duo/

UniTrento. Ricerca sulla dislessia. Uno studio sulla leggibilità del Web

Lo studio è gestito dall'Università di Trento ed è parte della ricerca accademica sulla dislessia.
INFO: http://readability.atw-lab.com/welcome/adult/it

Google aggiorna TalkBack ed introduce diversi miglioramenti

Il servizio di accessibilità pensato per utenti non vedenti o con problemi di vista si aggiorna e si migliora.
Non solo Google Maps con l’arrivo della mappe offline su SD ufficialmente in rollout, la società di Mountain View sta approfittando di questa parentesi estiva per rinnovare praticamente tutte le applicazioni proprietarie installate e diffuse su ogni device Android.
Ed è quindi il turno di Google Talkback che adesso raggiunge la versione 5.0.4, rinnova la veste grafica ed aggiunge diverse funzionalità interessanti ed utili. Per chi non lo sapesse, si tratta di un servizio di accessibilità sviluppato da Google che consente agli utenti non vedenti o con problemi di vista di interagire al meglio con i loro dispositivi grazie ai feedback vocali, sonori o alle vibrazioni del device.
Ecco le principali migliorie introdotte nell’attuale versione:
- continua la lettura su http://www.tecnoandroid.it/

Sarzana. Asperger Talk Show

Le persone con autismo ad alto funzionamento, o Asperger, hanno una mente straordinaria che consente di comprenderne un po’ di più il funzionamento.
La mente autistica infatti permette un’osservazione privilegiata sui mondi della percezione sensoriale, dell’elaborazione del pensiero e delle emozioni. Dove i confini tra diversità e sindrome si fanno indefiniti, i modi con cui la mente funziona diventano area di grande interesse per la scienza. La diversità sfida la nostra società, perché solo da essa nascono modi di pensare ricchi e propositivi. Un talk show che mostra quanto potente, stupefacente e ancora ignota sia la mente umana.
Sarzana - Festival della mente
DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 10.00
http://www.festivaldellamente.it/it/?p=6939

Sarzana. La scuola è un’idea di mondo

Ogni volta che un insegnante entra in classe sa che quello che accadrà nelle ore di lezione potrà cambiare un pezzetto della vita dei suoi allievi. Per questo ha poco senso ridurre la discussione sulla scuola al dibattito su una legge o a qualche riflessione sulle nuove tecnologie e la didattica.
La scuola è un organismo vivo, fatto di relazioni che avvengono attraverso un percorso comune di conoscenza: se si vuole migliorare la scuola, occorre immaginare insieme alle nuove generazioni una società più aperta, più solidale e considerare lo spazio della classe come un laboratorio politico permanente, dove educare al pensiero critico e al confronto. Christian Raimo e Marco Balzano sono due scrittori e insegnanti che hanno pensato che la letteratura, la storia, la filosofia siano ancora quei luoghi dove ambire a trasformare la conoscenza del mondo in un altrove.
Sarzana - Festival della mente
DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016, ORE 10.00
http://www.festivaldellamente.it/it/?p=6930

sabato 13 agosto 2016

Vibo Valentia. Scuola e DSA: il ruolo dell'esperienza nell'apprendimento

La sezione AID di Vibo Valentia, in collaborazione con il coordinamento AID della Regione Calabria, organizza il convegno regionale “Imparare in una scuola aperta al cambiamento - L’esperienza come nuova prospettiva per l’apprendimento". 
La conferenza si concentrerà sul ruolo dell'esperienza nelle nuove metodologie di apprendimento scolastico e sullo stato dell'arte in tema di diagnosi dei DSA, anche per adolescenti ed adulti.
La conferenza, che si terrà lunedì 5 settembre 2016 presso l'Hotel 501, in via Bucciarelli, a Vibo Valentia, si concentrerà sul ruolo dell'esperienza nelle nuove metodologie di apprendimento scolastico e sullo stato dell'arte in tema di diagnosi dei DSA, anche per adolescenti ed adulti.
Per saperne di più

giovedì 11 agosto 2016

Il teppautistico con gli occhiali magici

Immerso nella realtà, il #teppautistico la governa meglio. Perché partecipa, si concentra, comprende a 360 gradi. A partire da questa convinzione, sono nati gli occhiali 3D  del progetto “Wildcard”: un’invenzione messa a punto dal gruppo I3Lab – Innovative Interactive Interfaces presso il Laboratorio Hoc del dipartimento di Elettronica, informazione e bioingegneria del Politecnico di Milano.
Per semplificare al massimo, si tratta di un visore chiamato “Cardboard”, a cui devono accompagnarsi l’omonima app per smarthphone, uno schermo digitale e un’applicazione web.
- continua la lettura su http://www.pernoiautistici.com/

Il “concorsone” e la cecità, storia di un diritto negato

Quello che leggerete non è uno sfogo, è una notizia. Ogni evento che riguardi docenti disabili fa strano perché nell’immaginario collettivo che già segna gli alunni disabili come “pesi che rallentano le classi” di docenti perfetti, pensare che esistano docenti con disabilità è quasi inammissibile. Essi esistono solo in ipotesi, al massimo esistono statisticamente. Invece ci sono, anche se se ne parla poco. 
- continua la lettura su http://invisibili.corriere.it/

Windows10 gratis per non vedenti e ipovedenti: istruzioni dettagliate

Come più volte detto da Microsoft e sul nostro audio notiziario Techno, con il 29 di luglio 2016, si è ufficialmente concluso il periodo promozionale durante il quale, era possibile passare gratuitamente a Windows 10.
In ogni caso, come era stato già evidenziato in un nostro precedente articolo, Microsoft avrebbe consentito di aggiornare gratuitamente anche dopo il 29 luglio, a tutti gli utilizzatori di tecnologie assistive, come screen reader per non vedenti ed ingranditori per ipovedenti.
Tuttavia, non era ancora chiaro come ciò avvenisse ma, finalmente, dopo esserci documentati in rete, possiamo fornirvi tutte le istruzioni passo per passo, per poter ottenere ancora gratuitamente il nuovo sistema operativo della casa di Redmond.
- continua la lettura su https://www.nvapple.it/

Apprendimento della tastiera e disabilità visiva. 10dita per NVDA

Questo add-on permette di utilizzare il software 10dita con NVDA. In particolare, il software rende accessibili all'utente mediante lo screen reader open source tutte le principali videate ed esercizi disponibili in 10dita nella sua ultima versione, la 3.0.
Queste le caratteristiche principali dell'app-module:
- continua la lettura su http://www.nvda.it/10dita-nvda

Matematica e disabilità visiva. Lambda per NVDA

Questo add-on permette di utilizzare il software LAMBDA con NVDA. Deriva da un lavoro precedente di Gianluca Casalino ed è stato studiato e realizzato per rendere l'accesso all'ambiente LAMBDA il più semplice e simile a ciò che già avviene con altri screen reader.
Per maggiori informazioni sul software LAMBDA si invita a consultare: http://www.lambdaproject.org/it/ e http://veia.it/
Si precisa che lo sviluppo di questo add-on è avvenuto in maniera volontaria e del tutto indipendente dall'azienda rivenditore del prodotto LAMBDA, con la quale l'autore non intrattiene alcun rapporto di lavoro e/o di collaborazione. Per richieste in merito al prodotto si invita pertanto a contattare l'eventuale supporto dell'azienda distributrice. Per ulteriori informazioni sull'add-on, richieste o altro è possibile contattare l'autore tramite email o utilizzando gli strumenti messi a disposizione su queste pagine.
- continua la lettura su http://www.nvda.it/lambda-nvda

Il prezzo della 'SCUOLA DIGITALE' pagato dalla cultura

Ciao a tutti,
segnalo l'interessante riflessione in oggetto pubblicato su
http://www.casadellacultura.it/paglaboratorio.php?id=187 sul rischio di impoverimento della consapevolezza culturale dei futuri cittadini

martedì 9 agosto 2016

Hackathon disabità visive 2016, iscrizioni fino al 31 agosto

Sono aperte le iscrizioni alla seconda edizione del Premio Cuore Digitale 2016 - Hackathon disabità visive, evento al quale prendono parte, a vario titolo, esperti di diversi settori dell'informatica a vocazione sociale.
Start up, makers, sviluppatori, inventori digitali e ricercatori (30 in tutto, organizzati in 5 team) si sfideranno con la propria creatività e le proprie competenze alla maratona solidale in programma il 29 e il 30 settembre nella Capitale, al Press Point di Roma per il Giubileo (via dei Penitenzieri 14). Obiettivo, realizzare un prototipo digitale che aiuti a migliorare la qualità della vita dei ciechi.
Anche quest'anno il premio verrà assegnato ai modelli giudicati innovativi e in grado di portare benefici alle persone con disabilità visive.
La passata edizione (2015) era stata vinta da "dbglove", il guanto sensoriale per ciechi, "brain control", un caschetto per onde celebrali per chi non si può muovere e "google4lis", gli occhiali con proiezione avatar e linguaggio lis per sordi.
Chi intende partecipare deve inviare una e-mail a: iscrizionecuoredigitale@gmail.com entro il prossimo 31 agosto.
Premio Cuore Digitale 2016 - Hackathon disabità visive ha il patrocinio del Senato della Repubblica, di Roma Capitale, dell'Università di Tor Vergata e di Roma per il Giubileo. Tra i partner del Premio: Intel, Link Campus University, Ricoh, BCC Roma, Eurizon, Pegaso Università Teleamtatica, Techsoup Italia, Fiaba Onlus, Fondazione Mondo Digitale, RomaMakers, Elis.
Per informazioni e dettagli sulla domanda di iscrizione: www.cuoredigitaleroma.org e iscrizionecuoredigitale@gmail.com

"La cecità della parola": Docu-Fiction sulla dislessia

Wikipedia va a scuola

Wikipedia va a scuola è un progetto di Wikimedia Italia che si occupa di portare Wikipedia nelle classi, facendola conoscere agli studenti e ai docenti di scuole di ogni ordine e grado.
L’assunto fondamentale è che il processo di alfabetizzazione informatica (information literacy) passa anche attraverso l’insegnamento dei principi e dei modi d’uso di Wikipedia e dei progetti fratelli.
Wikimedia Italia concorre in questo modo a sanare il digital divide, che molto spesso si riscontra nei metodi d’insegnamento italiani, in modo coerente con l'inserimento della figura dell'animatore digitale previsto dal piano nazionale scuola digitale (PSND). Beneficiari del progetto sono: gli studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, i cosiddetti nativi digitali, e gli studenti universitari. Ci rivolgiamo inoltre a insegnanti, professori e dirigenti scolastici coinvolti nel progetto, con l'intento di inserire Wikipedia nel piano di offerta formativa (POF).
INFO: http://www.wikimedia.it/cosa-facciamo/progetti-le-scuole/

Olimpiadi Rio2016: la Rai si dimentica dell'accessibilità, non vedenti al palo

Sono trascorsi quattro giorni dalla cerimonia di apertura che ha inaugurato le olimpiadi in Brasile di questa estate 2016, e la Rai è scesa in campo con una copertura davvero senza paragoni, permettendo agli italiani di godere appieno dei giochi brasiliani.
Infatti, vi sono tre canali televisivi dedicati: Rai2, Raisport1 e Raisport2, un servizio web streaming di altissimo livello con la messa in onda di qualsiasi disciplina, e per non far mancare proprio nulla anche app per Ios, Android e tv più comuni per seguire i giochi anche in mobilità.
Gli amanti dello sport quindi sono al settimo cielo, ma c'è chi è rimasto deluso dall'offerta Rai. I non vedenti: sempre loro, sempre quelli che si lamentano!
- continua la lettura su https://www.nvapple.it/

L’autismo entra nei livelli essenziali di assistenza

Il Ministero dell’Economia ha dato “il via libera” allo schema di intesa sul decreto di aggiornamento dei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (LEA).
Il Ministero della salute ha inviato il documento alla Conferenza Stato-Regioni, per essere poi esaminato dalle commissioni parlamentari competenti e quindi recepito in Gazzetta Ufficiale.
Nel documento, a differenza della versione precedente, compare esplicitamente l’Autismo prevedendo “diagnosi precoce, cura e trattamento individualizzato, integrazione nella vita sociale e sostegno per le famiglie” con un esplicito riferimento alla legge sull’autismo (134/2015).
- continua la lettura su http://www.angsa.it/

Roma, una rassegna di 12 film per raccontare la diversità

Ha aperto ieri, otto agosto, la rassegna “Cinema e diversità”, organizzata nell’ambito della ventiduesima edizione de L’Isola del Cinema, il festival estivo che dal 1995 a oggi ha accolto oltre sei milioni di spettatori sull’isola Tiberina a Roma.
Dodici film per ragionare e riflettere sulla diversità, troppe volte vista come minaccia, una barriera che si interpone tra noi e gli altri e ci impedisce di entrare in relazione
- continua la lettura su http://www.vita.it/it/

lunedì 8 agosto 2016

Premio per la migliore tesi sull’autismo istituito dall’AIRA

Un premio per la migliore tesi di Laurea sull’autismo: lo ha istituito l’AIRA, Associazione Italiana Ricerca Autismo (AIRA), grazie alla donazione ricevuta dalla casa editrice Erickson per supportare la ricerca.
Tutti i laureandi che alla data del 30 settembre non abbiano ancora compiuto 28 anni e sono intenzionati ad approfondire i propri studi sull’autismo possono partecipare.
Vi diciamo come.
- continua la lettura su http://www.pernoiautistici.com/

Online il fascicolo vol.16 n.2 L'expertise dell'insegnante

Form@re è un Open Journal che ha lo scopo di favorire una stretta integrazione tra teoria e pratica nel campo dell’impiego di metodologie e/o tecnologie educative e che intende mettere a disposizione di insegnanti, formatori e ricercatori un significativo archivio di Open Educational Resources e di Best Practices.
Form@re è un periodico quadrimestrale che si propone di raccogliere ricerche ed esperienze didattiche, in particolare sui seguenti argomenti: ricerca educativa fondata su evidenza, principi e metodi dell’'istruzione, innovazione della scuola, tecnologie nell’'insegnamento e apprendimento, media education, didattica e inclusione, didattiche disciplinari, competenze di base e trasversali, e-learning, knowledge management, lifelong learning.
Nel 2013 Form@re è stato ceduto dalla casa editrice Erickson al Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università di Firenze.
Vol 16, N° 2
L'expertise dell'insegnante
http://www.fupress.net/index.php/formare/issue/current

Agid. Raccomandazioni sull'accessibilita' dei servizi pubblici erogati a sportello

Segnalo che l'Agenzia ha predisposto una prima bozza di circolare riguardante l’accessibilita’ dei servizi pubblici erogati a sportello, per aprire una consultazione che si protrarra’ fino al 9 settembre e che raccogliera’ commenti e osservazioni degli utenti.
Il documento si trova al seguente indirizzo:
http://www.agid.gov.it/agenda-digitale/pubblica-amministrazione/accessibilita/servizi-sportello
Si invita a lasciare un commento personale che potra’ orientare il lavoro dell'Agenzia nella predisposizione del testo definitivo.

L'uso del servizio Google Maps nelle attività didattiche



Google Maps è un servizio di Google accessibile dal relativo sito web che consente la ricerca e la visualizzazione di carte geografiche di buona parte della Terra.
Grazie a questo servizio è possibile anche ricercare servizi in particolari luoghi, tra cui ristoranti, monumenti e negozi. Inoltre si può visualizzare un possibile percorso stradale tra due punti, oltre a foto satellitari di molte zone con diversi gradi di dettaglio (per le zone che sono state coperte dal servizio si riescono a distinguere in molti casi le case, i giardini, le strade e così via).
Il seguente video tutorial, realizzato da Gianfranco Marini, illustra come realizzare mappe personalizzate e a più livelli con Google My Maps da impiegare in ambito educativo e propone alcuni possibili utilizzi didattici di questo interessante servizio free offerto da Google. Vengono spiegate le principali operazioni che si possono effettuare con Google My Maps, le modalità di condivisione, etc.
(fonte: http://dida.orizzontescuola.it/)