«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

lunedì 20 marzo 2017

Battipaglia. Un progetto per aiutare i bambini con deficit uditivi.

Lo ha messo in campo l’istituto comprensivo “Marconi”, che, nel plesso delle “Calamandrei”, ha realizzato un’aula e una mensa speciali.
Un progetto nazionale che ora giunge anche a Battipaglia grazie alla collaborazione tra la dirigente Giacomina Capuano, che aveva già realizzato qualcosa di simile in una scuola di Oliveto Citra, e l’assessore alle politiche sociali, Michele Gioia. L’idea viene a Nicoletta D’Alessio, mamma di un ragazzino di 7 anni che lotta con la sordità, e che è costretto a entrare in contatto con il mondo esterno attraverso un apparecchio tecnologico cocleare. La donna, figlia di una pedagogista, propone il progetto, che è basato sull’installazione di palline da tennis ai piedi delle sedie. E s’interviene sia nell’aula dell’alunno, sia nella mensa, in maniera tale che le palline evitino il rumore e non urtino la sensibilità dell’impianto applicato alle orecchie del bimbo. La dirigente ha subito avallato la proposta, e con lei le docenti della scuola: ci si è messi dunque in contatto con l’amministrazione comunale per la realizzazione del progetto. E più di 700 palline da tennis sono state raccolte dall’allenatore del Tennis club Battipaglia, Paolo Bianchini, e dall’associazione Tyrrhenoi di Pontecagnano e sono state installate sotto le sedie. L’aula è stata così inaugurata il 7 marzo. Grande soddisfazione da parte di Michele Gioia: «Abbiamo altre richieste che accoglieremo in tal senso». E rende onore al merito della Capuano, della D’Alessio e delle insegnanti coinvolte: «Ringrazio la dirigente, le docenti e soprattutto la mamma di questo bambino che ci ha sottoposto un progetto che siamo stati felici di realizzare e che provvederemo a portare avanti anche in altri istituti scolastici». (c. l.)
Press-In anno IX / n. 726 - La Citta' di Salerno del 11-03-2017

Nessun commento: