«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

lunedì 26 giugno 2017

La tv per i ciechi

È quella con le audiodescrizioni, che raccontano tutto quello che viene mostrato e non detto: negli Stati Uniti vanno benino, l'Italia è ancora indietro
In Italia ci sono almeno 300mila ciechi e più di un milione di ipovedenti, persone che hanno una capacità visiva molto ridotta. Se decidono di appassionarsi a una serie tv hanno tre opzioni: ascoltarla e basta, immaginandosi tutto quello che viene mostrato e non detto; ascoltarla e ascoltare, se c’è, qualcuno accanto che li aiuti a tappare eventuali buchi; ascoltare un’audiodescrizione, un formato pensato apposta per loro in cui un narratore spiega tutto quello che altrimenti si vedrebbe e non si sentirebbe. In Italia le possibilità di ascoltare audiodescrizioni in italiano sono poche – per esempio quelle della Rai – e solo per alcuni programmi, film o serie tv. Su Netflix ce ne sono solo alcune in inglese, e anche in questo caso, solo per alcune serie.
- continua su http://www.ilpost.it/2017/06/25/audiodescrizioni-tv-ciechi/

Nessun commento: