«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

martedì 1 settembre 2015

Musica e disabilità. Al via il diploma accademico del Conservatorio di Musica di Padova

Dal 1 al 30 settembre 2015 sono aperte le iscrizioni al Corso di DIPLOMA ACCADEMICO di I livello (laurea triennale) in DIDATTICA DELLA MUSICA con indirizzo: METODOLOGIE E TECNICHE MUSICALI PER LE DISABILITA' del Conservatorio Statale di Musica G. Pollini di Padova con  50% di formazione a distanza e periodi intensivi per le attività residenziali.
Il Corso prevede una pianificazione didattica idonea per studenti-lavoratori e per chi risiede lontano dal Conservatorio di Padova, e si propone di fornire strumenti idonei per  l’educazione musicale in contesti educativi per bambini o giovani con disabilità.
Il corso è rivolto a tutti coloro che hanno un diploma di scuola secondaria di II grado e che già hanno una minima formazione musicale e strumentale di base. E’ previsto un esame di ammissione.
Ad inizio anno scolastico, sulla base dei documenti presenti dallo studente, una commissione potrà certificare eventuali crediti già conseguiti.
L’utilità dell’uso della musica a fini educativi è un fatto indiscusso.
Le esperienze musicali nei primi anni di vita giocano un ruolo chiave nell’apprendimento, e costituiscono stimoli idonei per costruire nuove competenze e nuove abilità, tra le quali quelle spaziali, creative, di autocontrollo, motorie, e di sostegno alla memoria e alle sensazioni acustiche. Gli stessi presupposti sono anche applicabili a bambini con problemi di tipo sensoriale o di sviluppo cognitivo (o altri ancora), e pertanto la musica - canto,  ritmo, ascolto – possono concorrere al miglioramento di specifiche abilità, mettendo in relazione sviluppo neurologico ed abilità sensoriali, motorie e linguistiche.
Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di I livello, che è titolo equivalente ad una tradizionale laurea triennale, gli studenti acquisiranno competenze tecniche ed artistiche specifiche, tali da consentire loro di realizzare concretamente una propria idea didattico/artistica con finalità educativa, da spendere in contesti sociali, educativi e rieducativi rivolta a soggetti in età infantile, adulta e avanzata come: centri diurni, case di riposo, strutture residenziali, scuole di diverso ordine e grado.
Il corso promuove dunque un nuovo profilo professionale, che può essere definito operatore, educatore socio-musicale/mediatore musicale, che può trovare nuove prospettive occupazionali altamente qualificate anche nell'ambito del tutoraggio e del supporto personalizzato a studenti con disabilità visiva iscritti nei conservatori, accademie musicali, licei musicali e nell’adattamento dell’editoria musicale a beneficio di studenti con problemi visivi.
A tal fine sarà dato rilievo all’acquisizione delle necessarie competenze in campo pedagogico e psicologico, che saranno proposte insieme agli insegnamenti caratterizzanti sulle principali tecniche strumentali e vocali e dei linguaggi compositivi relativi all’ambito della didattica della musica.
Parte integrante del programma è l’acquisizione di competenze di base sul settore della disabilità, i bisogni specifici di soggetti con disabilità visiva, con disabilità motorie e cognitivo/ relazionali. Lo studente a fine formazione sarà in grado, di affrontare le principali problematiche connesse alla disabilità, con strumenti adeguati, adottando metodologie didattiche specifiche, utili agli operatori musicali per poter personalizzare gli interventi musicali in contesti di bisogni educativi speciali (BES).
Il corso in modalità FAD sarà attivato solo al raggiungimento del numero minimo di iscritti.
Inoltre si segnala che per l’anno scolastico 2015/16 sarà avviato il Bienni di II livello Accademico in Discipline musicali ad Indirizzo Tecnologico: SCRITTURE E TECNOLOGIE PER NON VEDENTI che sarà svolto al 50% in modalità FAD.
Per maggiori informazioni: http://www.conservatoriopollini.it
Persona di Contatto Giuseppe Nicotra: 349 6494709 – email mus4vip@gmail.com
Scadenza iscrizioni: 30 settembre 2015
(fonte: Comunicato Stampa)

Nessun commento: