«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

martedì 19 gennaio 2016

Il linguaggio "Easy to read".

In Europa esiste una Federazione di Associazioni che si occupa di disabilità intellettiva "Inclusion Europe", il cui membro italiano è Anffas.
Dopo l'emanazione della convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, molte associazioni si sono interrogate su come rendere esigibile l'articolo 9 della
convenzione, sull'accessibilità delle persone con disabilita intellettiva.
Si tratta di rendere le informazioni facili da leggere e da capire per le persone con disabilità intellettiva.
Ricevere informazioni facili da leggere e da capire è lo strumento per poter avere una vita piena.
Alcuni Paesi hanno deciso di sperimentare assieme alle persone con disabilità intellettiva su come rendere le informazioni più facili. Cosi nasce il progetto Pathways.
Pathways in inglese significa Percorsi.
Durante il primo progetto "Pathways 1", i Paesi coinvolti hanno prodotto alcuni documenti:
- Linee guida "informazioni per tutti",
- Non scrivete su di noi senza di noi,
- Formare i formatori,
- Insegnare può essere facile,
- Lista di controllo.
Questi documenti sono stati scritti in Francese, Tedesco, Inglese, Portoghese e Lituano.
Alla conclusione del primo progetto anche altri Paesi hanno voluto lavorare sull'accessibilità.
È nato così il progetto "Pathways 2" che ha visto Anffas Onlus per l'Italia, insieme ad altri Paesi Europei, lavorare sul linguaggio facile da leggere.
Sono quindi nate le versioni in italiano e in altre lingue europee.
Che cos'e esattamente il linguaggio facile da leggere e da capire?
Si tratta innanzitutto di un nuovo modo di pensare, di un cambio di prospettiva;
si tratta di coinvolgere fin dall'inizio le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, su come rendere le informazioni facili da leggere e da capire.
Ci sono una serie di regole da rispettare, ma la cosa essenziale è che non si lavori più per le persone con disabilità, ma con le persone con disabilità.
In Italia è Anffas Onlus con i suoi 12 formatori ad avere l'autorizzazione ad operare sul linguaggio facile da leggere e da capire e a concedere il marchio che è coperto da copyright.
In Friuli Venezia Giulia ci sono ben 4 formatori nazionali, di cui 1 con disabilita intellettiva che lavorano sul linguaggio facile da leggere e da capire ed esistono 2 gruppi di lettori di prova: 1 a Udine e 1 a Trieste presso le Anffas di riferimento.
I gruppi di lettori di prova sono gruppi di persone con disabilità intellettiva debitamente formate che traducono, scrivono, controllano informazioni in linguaggio facile da leggere.
Il referente Nazionale per il linguaggio facile da leggere in Regione è la dottoressa Maria Cristina Schiratti, presidente Anffas Udine, Consigliere Nazionale Anffas e formatore Nazionale sul linguaggio "Easy To Read".

Per maggiori informazioni: ANFFAS Onlus Udine - Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale
Via A. Diaz n. 60 - Udine
Tel. 0432 299180 - Fax 0432 509152
Email: anffasudine@libero.it
Sito internet: www.anffasudine.it
Pagina Facebook: Anffas Onlus Udine

Nessun commento: