«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

domenica 24 gennaio 2016

Robotica educativa: perché studiare con i robot

È stato stimato che circa 8 bambini su 10 che frequentano oggi la scuola primaria faranno in futuro un lavoro che ancora non esiste.
Quasi sicuramente il mondo con cui dovranno confrontarsi vedrà l’estinzione dei posti di lavoro meno qualificati, perché le attività manuali saranno affidate ai robot. Un’altra condizione, che è in qualche modo cartina di tornasole della prima, è la proliferazione di posti di lavoro legati allo sviluppo delle tecnologie.
Già oggi ci sono in Europa e Stati Uniti 8 milioni di posti di lavoro in questo settore che restano vacanti per mancanza di candidati competenti.
La scuola è chiamata a rispondere a questi mutamenti, rendendo i ragazzi di oggi capaci di adattarsi alla società e al mercato del lavoro in cui si muoveranno domani, non solo dando loro competenze specifiche per lavorare in questo campo ma soprattutto creando la forma mentis che permetta loro di adattarsi a un mondo del lavoro in continuo mutamento, instillando anche la voglia (ormai necessaria) di continuare a imparare e aggiornarsi per tutta la vita.
- continua la lettura su http://bibienne.net/

Nessun commento: