«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

giovedì 21 maggio 2015

Asti. Con computer e sintetizzatori vocali la Biblioteca si apre anche ai non vedenti

Libri accessibili, perché il piacere della lettura sia per tutti: la Biblioteca Faletti ha inaugurato due postazioni multimediali per ipovedenti e non vedenti.
Alla cerimonia con Roberta Bellesini e Donatella Gnetti (presidente e direttore della Biblioteca), la coordinatrice dell'Apri Asti Renata Sorba con la vice Susanna Argenta, Massimo Massobrio (presidente Lions Club Asti Host), Marco Bongi e Ivo Cavallo (presidente e vice presidente Apri), l'assessore Piero Vercelli. «Con Renata Sorba abbiamo iniziato a lavorare su questo progetto nell'inverno scorso - ha detto Bellesini - un progetto a cui tengo molto e che oggi trova concretezza». Emozionata Renata Sorba: «Negli anni '90 ho lavorato in Biblioteca e oggi sono orgogliosa di questo risultato. Vogliamo che le postazioni siano aperte alla cittadinanza e possano avvicinare alla lettura». Perché, come sottolineato dai rappresentanti Apri, «lettura e cultura sono sinonimi di integrazione».
Così, mentre le tessere della Biblioteca hanno superato quota 1.100, continuano le iniziative.
Le postazioni.
La prima postazione, all'ingresso della Biblioteca e donata dall'Apri, consiste in lettore scanner con sintetizzatore vocale provvisto di cuffie che permette di leggere riviste, libri e documenti inserendo un foglio stampato sotto le telecamere dello scanner. Collegando il monitor si possono aumentare dimensione del testo, modificare colori e sfondo, evidenziare le parole. Il Lions club Asti Host ha invece donato il computer dotato di schermo con collegamento internet sui cui è installato il programma gratuito per ipovedenti e non vedenti WinGuido. Come spiegato dal bibliotecario Walter Gonella, altri dispositivi (sintetizzatori di voce o display Braille) permettono di utilizzare il computer nelle sue diverse funzioni (posta elettronica, navigazione web, accesso ai siti, lettura di oltre 25 quotidiani e settimanali, modifica documenti, utilizzo di skype e outlook), ma anche di avere accesso a servizi di pubblica utilità su internet come elenco telefonico, orario ferroviario, previsioni meteo e, ovviamente, consultazione e lettura di libri. La postazione è nella sala Fumetti. Intanto l'Onav di Asti ha donato alla Biblioteca una collana di audiolibri.
«Non rinunciare a leggere». 
Le postazioni fanno parte del progetto "Non rinunciare a leggere": l'obiettivo è dare accessibilità in Biblioteca a tutte le persone che per deficit visivi non hanno strumenti e possibilità di farlo. Il presidente dell'Apri Bongi, darà il suo contributo con un corso di formazione per il personale della Biblioteca e i volontari disponibili a collaborare al progetto.
(fonte: Press-In anno VII / n. 1193 - La Stampa del 20-05-2015)

Nessun commento: