«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

mercoledì 19 agosto 2015

Due giovani startupper tra stampa 3D e cecità

Chris e Thomas sono due giovani francesi fondatori della Start-up Tri-D che, attraverso la stampa 3D, si propone di creare oggetti palpabili per i non vedenti. Negli ultimi anni sono fiorite numerose iniziative attorno a questa tecnologia e legate al mondo della disabilità, soprattutto nel campo delle protesi.
Chris e Thomas sono due giovani francesi fondatori della Start-up Tri-D che, attraverso la stampa 3D, si propone di creare oggetti palpabili per i non vedenti. Negli ultimi anni sono fiorite numerose iniziative attorno a questa tecnologia e legate al mondo della disabilità, soprattutto nel campo delle protesi. Gli artigiani digitali di Lille, invece, si sono dedicati, alle persone cieche o ipovedenti, seguendo 4 strade.
1) Toccare per ricordare: materializzare i ricordi stampando il busto di loro parenti in 3D o le fotografie a loro più care.
2) Toccare per identificare: rendere accessibili i luoghi sconosciuti ai non vedenti attraverso mappe e modelli tattili.
3) Toccare per cambiare opinione: invitare vedenti e non vedenti a riscoprire il mondo con il tatto nei, promuovendo lo scambio e la comunicazione.
4) Toccare per visitare: dare accesso all'arte e alla cultura attraverso la riproduzione di opere in miniatura che si possono toccare.
(fonte: http://www.superabile.it/)

Nessun commento: