«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

mercoledì 25 novembre 2015

A Modena un convegno europeo di studio e di confronto sui disturbi specifici dell’apprendimento

I disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa) sono di origine neurobiologica e impattano sulle capacità di apprendimento dei ragazzi ma non sulla loro intelligenza. Tali difficoltà emergono in modo particolare nel contesto scolastico in cui, pur in presenza di una legge (170/2010), lo studente vive diverse difficoltà per le differenze nelle modalità di apprendimento e nei modelli di verifica.
Gli studenti di oggi saranno uomini e donne che entreranno domani nel mondo del lavoro, con la speranza di lasciarsi alle spalle tali problematiche che però, essendo di origine neurobiologica, permangono e riemergono con sfumature più o meno accentuate: dilatazione delle tempistiche di svolgimento delle attività, difficoltà nell’interpretazione dei caratteri in stampato minuscolo e ancora peggio in corsivo, errori ortografici anche al pc dal momento che molti programmi aziendali sono privi del correttore ortografico.
Per trattare questi argomenti e il loro impatto sulla vita lavorativa e sociale di chi è affetto da Dsa, si svolge a Modena venerdì 27 e sabato 28 novembre prossimi all’istituto Fermi di via Luosi il convegno europeo ”Dsa e vita”; una due giorni proposta nell’ambito del progetto SoS-Sollievo sociale realizzato da Anmic Modena. Educazione, stigma, emozionalità, riconoscimento, lavoro sono gli ambiti sui quali si concentrerà il convegno che vedrà l’apporto di contributi anche da altre realtà europee.
(fonte: Press-In anno VII / n. 2668 - Modena2000 del 24-11-2015)

Nessun commento: