«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

giovedì 3 dicembre 2015

Ostia, scuola e autismo: primo protocollo d'intesa nella Regione Lazio

Il documento firmato da Anffas mira a "favorire e migliorare l'inserimento e l'inclusione del percorso scolastico degli alunni" con interventi personalizzati "attraverso azioni di coordinamento dei processi pedagogici".
È stato siglato tra l'istituto comprensivo Parini di via delle Azzorre di Ostia e Anffas Ostia Onlus, il primo protocollo d'intesa della Regione Lazio tra una scuola e un ente specialistico che regolamenta in maniera specifica gli interventi educativi in classe dedicati ad alunni con disturbi dello spettro autistico.
Una buona notizia per il territorio del X Municipio. Soprattutto dopo la storia di Alessio, il bambino disabili relegato in una stanza di fortuna all'interno di un istituto di Casal Palocco. Una vicenda che ha mobilitato il web e che la mamma ha raccontato a RomaToday.
"Si tratta di un atto di importanza fondamentale - spiega il direttore generale di Anffas Ostia Onlus, Stefano Galloni - per questo ringrazio il dirigente scolastico dell'istituto Rejana Martelli, promotrice del protocollo, il Miur e l'Asl Roma D che hanno fatto da garanti. Si tratta del primo documento di questo tipo nella Regione Lazio tra una scuola e Anffas Ostia, ente che porta avanti dal 2007 in coprogettazione con l'Asl Roma D uno dei progetti specialistici più avanzati sui disturbi dello spettro autistico in Italia. È evidente la portata di un atto che indirettamente sanziona tutti quei dirigenti scolastici e istituti che fino a oggi non hanno consentito prestazioni educative e comportamentali specifiche per patologie dell’isolamento, come l’autismo, in classe".
Il protocollo mira a "favorire e migliorare l'inserimento e l'inclusione del percorso scolastico degli alunni" con interventi personalizzati "attraverso azioni di coordinamento dei processi pedagogici" tali da "garantire il loro inserimento scolastico" attraverso personale specializzato: educatori professionali e psicologi, con preparazione specifica in ambito comportamentale (ABA, TEACCH).
Gli interventi includono azioni di carattere educativo, di sviluppo degli apprendimenti e di supporto alla didattica in raccordo con l'attività svolta dai docenti.
I terapisti di Anffas Ostia Onlus, all'interno del contesto scolastico, proporranno operativamente e in modo integrato una metodologia chiara e funzionale degli interventi, per coinvolgere soprattutto l'insegnante di sostegno e tutto il gruppo classe, per quanto possibile, sempre nel massimo rispetto delle programmazioni didattiche in itinere.
Il vantaggio assoluto è che gli interventi posti nel protocollo, garantiscono procedure inclusive che potenziano il fine educativo di cui la scuola è e rimane titolare, sia a livello relazionale tra alunni, sia nelle scale di apprendimento.
di Lorenzo Nicolini
(fonte: Press-In anno VII / n. 2761 - Roma Today del 02-12-2015)

Nessun commento: