«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

lunedì 17 ottobre 2016

Verdello (Bg). Dalla biblioteca di tutti agli InBook per tutti

A dieci anni dalla nascita della prima sezione italiana di Inbook un convegno per andare alla scoperta dei "libri per tutti".
A dieci anni dalla nascita della prima sezione italiana di Inbook, presso la Biblioteca comunale di Verdello, molte sono le biblioteche e i servizi NPIA che hanno inserito gli inbook nel proprio bagaglio culturale e professionale. La loro diffusione costante apre un confronto in cui descrivere l'attuale utilizzo trasversale a diverse tipologie di bisogni e di lettori; riflettere sulla funzione di prevenzione a supporto di bambini e famiglie, in un’ottica di intervento indiretto e precoce; esplicitare e valorizzare l’incontro costante e generativo tra servizi NPIA, scuole e biblioteche con una sempre maggiore attenzione all’autonomia dei territori. Nel convegno saranno presentate le ultime riflessioni in merito alla creazione di inbook, alle reti di biblioteche e alla relazione tra editoria, lettori e servizi.
Gli inbook sono libri illustrati con testo integralmente scritto in simboli, pensati per essere ascoltati mentre l’altro legge ad alta voce.
La partecipazione è gratuita e aperta a genitori, insegnanti, bibliotecari, volontari, studenti, operatori sociali e sanitari.
È stato richiesto l’accreditamento ECM (Regione Lombardia) per le seguenti figure professionali:
    •    medici
    •    psicologi
    •    educatori professionali
    •    infermieri
    •    infermieri pediatrici
    •    assistenti sanitari
    •    logopedisti
    •    fisioterapisti
    •    terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva dell’ASST Bergamo ovest e UONPIA di Asst Lombarde per n. 40 professionisti sanitari.
Iscrizioni per ECM entro il 14/10/2016
E’ possibile iscriversi on line dal sito http://www.rbbg.it/ o al numero 035870234 Biblioteca Civica di Verdello
- Il programma
Verdello (Bg) - 22/10/2016 
Sala Abbiati - Centro Civico - via Cavour 23
Dalla biblioteca di tutti agli InBook per tutti
(fonte: http://www.personecondisabilita.it/)

Nessun commento: