«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

lunedì 14 novembre 2016

Torino. La didattica del latino per gli studenti con Disturbo Specifico di Apprendimento: normativa, teoria e pratica

I docenti delle lingue classiche devono affrontare la “sfida” di  innovare la loro didattica anche per gli allievi DSA che decidono di iscriversi in un liceo e, di conseguenza, la loro formazione ricopre un  ruolo  fondamentale:  l’incontro,  di  natura  introduttiva,  ripercorre sinteticamente  la normativa vigente non solo per dare un quadro generale degli “obblighi” del docente, ma anche per motivare pedagogicamente e  ispirare l’azione didattica sotto il senso di tali "obblighi” imposti dalla legge. 
Dopo  un  excursus   neuropischiatrico  sulla  definizione  di  dislessia,  verranno  fornite  indicazioni operative  e  strategie  tecniche  per  la  “accessibilità”  del  testo  antico  perché  possa  essere  fruito dall’alunno DSA e verrà proposta una esemplificazione della costruzione di una verifica (versione) per la valutazione dell’apprendimento dell’allievo. L’incontro si concluderà con una breve sessione di domande e risposte tra il Relatore e Partecipanti, che potranno beneficiare anche di uno scambio di buone pratiche in base alla propria esperienza.
L’incontro si terrà Mercoledì 16 novembre dalle 14.30 alle 17.30  presso l’Aula Magna del Liceo  classico Massimo D’Azeglio, via Parini 8, Torino.
Sarà rilasciato l’attestato di frequenza.
Per informazioni: giorgio.brandone@liceomassimodazeglio.it

La didattica del latino per gli studenti con Disturbo Specifico di Apprendimento: normativa, teoria e pratica
prof. Marco Ricucci 

Approfondimento
https://sites.google.com/site/dislessiaelingueclassiche/

Nessun commento: