«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

mercoledì 1 febbraio 2017

“Figli di un Dio minore”, a teatro l’amore che non ha bisogno di suoni

Molti di noi ricordano il film con William Hurt che nella metà degli Anni 80 conquistò tutti e anche un premio Oscar e il Golden Globe, assegnato a Marlee Matlin per la sua Sarah. Figli di un Dio minore torna sotto i riflettori grazie a un allestimento teatrale per la regia di Marco Mattolini.
Nato come testo per il teatro, torna alle origini e per la prima volta è messo in scena da una produzione italiana. I protagonisti Giorgio Lupano e Rita Mazza sono venuti a La Stampa per raccontarci questa bella avventura, dove attori normodotati e sordi hanno recitato insieme dando vita a uno spettacolo coinvolgente e divertente. Sul palco con loro ci sono Cristina Fondi, Francesco Magali, Gianluca Teneggi e Deborah Donadio. Figli di un Dio minore, che è già stato in scena a Roma e a Milano, sarà al Teatro Erba di Torino dal 31 gennaio a domenica 5 febbraio, poi tornerà a Roma e da lì girerà per una lunga turnée italiana.
Intervista di Roberto Pavanello.
INFO: https://www.facebook.com/Figli-di-un-Dio-minore-456712071149751/
TORINO - Teatro Erba (31 Gennaio - 5 Febbraio)
ROMA - Teatro Greco (9-19 Febbraio)
- continua la lettura su http://www.lastampa.it/

Nessun commento: