«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

mercoledì 4 aprile 2018

Echoes From Levia Soulbound, un videogioco per non vedenti e ipovedenti sviluppato in Italia

L’innovativo titolo di Cloverbit è un esempio virtuoso d’inclusione e accessibilità videoludica
Trasformare un’idea in progetto rivolto a una nicchia ristretta di videogiocatori con disabilità visive è una scommessa coraggiosa. La mancanza di dati certi e pubblicamente accessibili sugli audiogiochi innalza il fattore di rischio imprenditoriale per un piccolo studio.
Nonostante queste criticità i ragazzi di Cloverbit sono riusciti a recuperare sufficienti informazioni per realizzare Echoes From Levia: Soulbound , un videogioco fantasy rivolto a un pubblico di giocatori non vedente e ipovendente.
- continua su http://www.lastampa.it/2018/04/04/tecnologia/giochi/echoes-from-levia-soulbound-un-videogioco-per-non-vedenti-e-ipovedenti-sviluppato-in-italia-XXqt1vxOTRcl3expZvj58O/pagina.html

Nessun commento: