«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

venerdì 20 aprile 2018

Letture. Pedagogia della lettura ad alta voce

"Pedagogia della lettura ad alta voce” è  il nuovo libro di Gabriella La Rovere. Tutto inizia anni fa da un laboratorio inventato da una madre che leggeva libri ai ragazzi disabili, compagni “cervelli ribelli” di diurno della sua figliola, ora è un metodo codificato in un libro da oggi in libreria.
Il sottile diaframma che separa il mondo dei cosiddetti normodotati da quello dei disabili mentali è come l’invisibile muro gelatinoso attraverso il quale i personaggi di certi libri giapponesi si muovono a piacimento nella realtà dei mondi paralleli. Gabriella La Rovere, in questo saggio dove racconta la sua esperienza di lettrice a voce alta in due laboratori destinati a persone con disabilità mentale, squarcia il velo con il quale il falso pietismo di beghine e ipocriti tiene a debita distanza la sofferenza fisica e psichica. A metà tra questi due questi due mondi Gabriella sceglie di contaminarsi con la comunità dolente, trattiene quasi il respiro per captare umori e emozioni che sconquassano le deboli menti, e la lettura dei romanzi scelti per intrattenere il suo pubblico sembra addirittura un pretesto per scrutare nelle loro anime, alla ricerca della radice del malessere, della follia che conduce inesorabilmente a una vita di segregazione e passività. Più che un manuale sulle tecniche per leggere ad alta voce ai “matti” questo libro è una denuncia che non ammette repliche sui pregiudizi che ancora aleggiano sul mondo della disabilità psichica e sui danni irreparabili che la istituzionalizzazione opera su questi soggetti isolandoli dal resto della società.
- continua su http://www.pernoiautistici.com/2018/04/gabriella-la-rovere-la-mamma-che-insegna-come-leggere-libri-ad-alta-voce-ai-cervelli-ribelli/

Nessun commento: