«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

domenica 12 aprile 2015

Un “Hackathon” per la disabilità

Progettisti digitali di tutto il mondo unitevi perché alla luce del successo della prima e sperimentale edizione di Hackability c’è da scommettere che l’iniziativa vada avanti e cresca sempre con maggior seguito.
Di cosa si tratta? Del primo Hackathon (neologisma che proviene dall’unione di “hacker+marathon”) che in Italia si apre al mondo degli ausili per le persone con disabilità: nello stile reale del cooperative design, a Torino in una giornata di marzo presso il FabLab si sono incontrati “persone con disabilità, maker, inventori e designer per co-progettare e realizzare attraverso l’uso di hardware, software open source, stampanti 3D, macchine taglio laser soluzioni, oggetti a basso costo e personalizzabili, per supportare le persone con disabilità nella vita quotidiana”.
- continua la lettura su http://www.techeconomy.it/

Nessun commento: