«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

venerdì 24 luglio 2015

10 motivi per usare open source a scuola

di Sonia Montegiove presidente LibreItalia - Cos'è il software libero e perché proporlo a scuola? Oltre alla definizione, sono proposte 10 buoni ragioni per sostenere tra i banchi il software libero e open source. 
Inizia da questo post la collaborazione tra LibreItalia onlus e Orizzonte scuola, finalizzata a divulgare notizie, consigli e materiali didattici utili a usare la suite di produttività individuale open source LibreOffice ed altri programmi liberi in aula.
Purtroppo tra i banchi di scuola alla domanda “Quanti di voi conoscono il software libero?” le mani che si alzano sono sempre troppo poche, non sempre per colpa degli studenti. Partiamo quindi dallo specificare che il software libero non è il software gratis. Libero si riferisce alla libertà di usare il programma (da cui ne discende spesso la gratuità), di studiare come è stato scritto visto che le righe di codice che lo compongono sono pubblicate e possibili da consultare, di migliorare il software contribuendo a correggere eventuali difetti o a integrare con nuove funzioni e a ridistribuire, ovvero “passare” il programma a qualcuno affinché questi lo possa installare sul suo computer. Tutte libertà che non si hanno con il software proprietario. Ma perché preferire software libero a scuola? 10 ragioni possono bastare?
- continua la lettura su http://dida.orizzontescuola.it/

Nessun commento: