«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

giovedì 12 febbraio 2015

L'allarme della Fish "Studenti disabili gravi da marzo senza scuola"

L’anno scolastico degli studenti disabili gravi rischia di terminare in forte anticipo. Entro fine mese, denuncia la Fish (Federazione italiana per il superamento dell’handicap), finiranno i fondi che i commissari delle soppresse Province hanno accantonato per pagare gli Assistenti educativi e della comunicazione (Aec) e il trasporto gratuito degli studenti delle superiori.
Dal 1° marzo, insomma, c’è il rischio reale che 60mila disabili gravi (il 30% del totale degli studenti con handicap, stando alle stime della stessa Fish), siano costretti a restare a casa. Con l’eliminazione delle Province, infatti, non è più stata assegnata la competenza relativa alla retribuzione degli Aec e alla loro distribuzione nelle scuole, prima in capo agli enti soppressi. Questa figura professionale è prevista in affiancamento agli insegnanti di sostegno per gli studenti con disabilità particolarmente gravi, che hanno difficoltà a spostarsi, mangiare e andare in bagno. Secondo l’ultimo rapporto Istat sull’inclusione scolastica dei disabili, il numero medio di ore prestate dagli Aec è di 10 alla settimana, con punte di 13 nella scuola primaria.
- continua la lettura su http://www.pressin.it/

Nessun commento: